Film di culto su ETV

La rassegna – Parte stasera con “Casablanca” di Michael Curtiz la carrellata di capolavori in bianco e nero del grande cinema americano
Spie naziste, fuoriusciti antifascisti, avventurieri, poliziotti e piccoli sciacalli. È l’entourage che circonda le vicende dell’americano Rick Blaine, proprietario di un bar, che aiuta Ilsa, la donna che amava e che ancora ama, e suo marito, perseguitato politico, a lasciare in aereo la città.
La città in questione è Casablanca e il nome dà anche il titolo all’omonimo film del lontano 1942 (uscito in Italia nel 1945) di cui abbiamo sintetizzato la trama. Aiutiamoci per andare più
a fondo con la voce dedicata a questo capolavoro del cinema di tutti i tempi dal “Morandini 2012”, il catalogo di tutto lo scibile cinematografico appena uscito da Zanichelli (euro 37,30 con dvd-rom e licenza per consultazione libera online per un anno): Casablanca per Morando Morandini autore del dizionario, decano della critica cinematografica che ha avuto modo di lavorare anche a Como all’inizio della sua carriera, è un film imperdibile. «Film mitico – si legge a pagina 255 – sul quale il tempo sembra non avere presa, oggetto di culto per le giovani generazioni di mezzo mondo, amalgama perfetto di toni, generi, archetipi e stereotipi dell’immaginario collettivo, memorabile galleria di personaggi grandi e piccoli».
Insomma, con le sue icone dell’amore, la guerra che divide e unisce, il bianco e nero come cifra dell’espressività e frasi storiche diventate proverbiali tra cui «Play it, Sam. Play “As time goes by”» e «Con tanti ritrovi nel mondo, doveva venire proprio nel mio», ce n’è abbastanza per rimanere incollati davanti alla tv stasera, sintonizzati su Etv, premendo 19 sul telecomando del digitale terrestre.
Sì, perché l’emittente lariana lancia da oggi proprio con Casablanca e i suoi attori-icona (Humphrey Bogart e Ingrid Bergman) una nuova serie dedicata ai grandi attori, alle storie immortali e ai miti assoluti dell’epoca d’oro della settima arte.
L’emittente recupera infatti il grande cinema americano degli anni Quaranta e Cinquanta in bianco e nero con la nuova rassegna “Nero su Bianco” in onda da oggi ogni mercoledì e sabato in prima serata a partire dalle 20.30.
Dopo Casablanca, si proseguirà sabato prossimo, 14 gennaio, con il film americano del 1941 Dottor Jekyll e Mr. Hyde di Victor Fleming, con un altro cast stellare (Spencer Tracy, Lana Turner, e ancora Ingrid Bergman). Poi toccherà a Io ti salverò (1945) diretto da Alfred Hitchcock, interpretato ancora da Ingrid Bergman affiancata questa volta da un altro grande attore, Gregory Peck. Poi sarà trasmesso un film che è un inno all’arte cinematografica come Viale del tramonto di Billy Wilder. Seguiranno tanti altri capolavori tra cui La donna che voglio, più un quartetto di titoli legati al musical come I Barkley di Broadway, Le follie del jazz, La vita di Vernon ed Irene Castle e Voglio danzar con te, e poi altri mitici film come Gilda, Io confesso e Il grande dittatore, inno antinazista e antimilitarista di Charlie Chaplin, uscito mentre in Europa infuriava la guerra, nel 1940. Tra le chicche che seguiranno questa prima tranche di titoli, si annuncia un’incursione nella filmografia di John Wayne degli anni Sessanta e Settanta. Non mancheranno neppure sguardi alle filmografie Usa successive, che vedranno protagonisti Marlon Brando e James Dean.

Nella foto:
La locandina del film del 1943

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.