Finale scudetto: Briantea superata dopo un supplementare

S.Stefano Briantea PH Alessandro Vezzoli_Driss Saaid.jpg

Un confronto in cui la Briantea84 ha più volte avuto l’opportunità di chiudere la partita e tornare a casa con la vittoria, con vantaggi che non sono stati sfruttati e una serie di errori in azioni sulla carta facili. E così alla fine sono stati i padroni di casa del S. Stefano Avis, con il comasco Davide Schiera, ad esultare. Gara 1 di finale scudetto del basket in carrozzina è stata infatti vinta dalla formazione marchigiana, dopo un tempo supplementare, per 61-60.
Non tutto è perduto per la compagine canturina, visto che si gioca al meglio dei tre incontri, ma nelle prossime uscite (il secondo match e l’eventuale “bella” saranno disputate sul campo amico di Meda) servirà un atteggiamento ben differente, con più concretezza e meno sbagli.
Molti meriti vanno anche al S. Stefano, che ha avuto la capacità di non mollare mai – anche quando l’incontro sembrava compromesso – e che è stato sicuramente più cinico nel momento decisivo.
«Una grande partita combattuta fino all’ultimo secondo di overtime – dice un felicissimo Davide Schiera, 27 anni, di Anzano del Parco – Sono molto soddisfatto della reazione della squadra, visto che siamo stati sotto anche di diversi punti. Buona anche la nostra prestazione difensiva nel 45’ giocati, che ci fa ben sperare in vista della seconda sfida, il prossimo weekend a Meda».
«Abbiamo già la testa alla prossima gara – commenta Daniele Riva, coach della Briantea84 – Forse in alcune situazioni non sono stato abbastanza deciso e convinto. Ora riprenderemo il nostro lavoro per preparare al meglio la partita di sabato 17 aprile. Abbiamo subito un po’ troppo la loro pressione; i marchigiani sono stati un po’ più precisi di noi al tiro. Ripartiamo da qui senza alcun problema».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.