Fisco, operazione della Finanza: denunciato avvocato comasco

La polizia tributaria ha sequestrato oltre 300mila euro
Il legale avrebbe “ospitato” sui suoi conti correnti il denaro di un imprenditore evasore
Un avvocato comasco è stato denunciato per sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte. Secondo l’accusa, il professionista occultava denaro di un cliente evasore, un mobiliere che, tra il 2006 e il 2011, ha accumulato oltre un milione di euro di debiti con il fisco.
I finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Como hanno sequestrato ieri oltre 300mila euro dai conti correnti del legale lariano. Il denaro è stato sequestrato nell’ambito di un’indagine coordinata dal sostituto procuratore di Como Giuseppe Rose.
Il legale, secondo quanto sostiene l’accusa, aveva messo alcuni conti correnti personali a disposizione di un cliente, un imprenditore che negli ultimi anni non ha versato tributi relativi a Iva, Irap, Inps e Inail.
Le indagini sono scattate dopo una serie di controlli ordinari che hanno insospettito gli uomini delle fiamme gialle.
Secondo quanto sostiene il giudice per le indagini preliminari di Como, tra il 2010 e il 2011 sui conti correnti intestati all’avvocato e alla moglie sarebbero stati versati oltre 60 assegni del valore complessivo di 330mila euro intestati e riconducibili esclusivamente alle attività dell’imprenditore, che poteva così sfuggire alle richieste dell’erario. Il mobiliere, infatti, aveva formalmente dismesso tutti i propri beni e i rapporti bancari.
Per il legale comasco e per la moglie, nonchè per l’imprenditore, è scattata la denuncia a piede libero per sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte, reato che prevede una condanna fino a 6 anni di reclusione. Dell’operazione verrà chiamata a rispondere anche la banca, che rischia sanzioni pecuniarie per l’omissione delle prescritte segnalazioni alle autorità di vigilanza.

Nella foto:
I finanzieri hanno sequestrato oltre 300mila euro dai conti correnti del legale comasco

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.