Flash mob per il Lago di Como, riprese con i droni fino al 27 maggio

La catena umana al faro di Brunate per il flash mob organizzato dalle Camere di Commercio Como-Lecco

“Una articolata strategia di marketing territoriale che servirà per il lancio del calendario unico degli eventi”

Venti comuni delle province di Como e Lecco coinvolti. Ventiquattro location, sei giorni di riprese con i droni, oltre ottocento comparse rigorosamente divise in gruppi di quindici persone distanziate due metri l’una dall’altra in rispetto alle disposizioni anti covid. Sono questi i numeri dei flash mob che racconteranno al mondo il Lago di Como e la sua voglia di ripartire.
I flash mob, le cui riprese termineranno il 27 maggio, sono parte di una articolata strategia di marketing territoriale che servirà per il lancio del calendario unico degli eventi del Lario. Un’iniziativa coordinata dalle Camere di Commercio di Como e Lecco su input della cabina di regia sovra provinciale per la promozione turistica e culturale della destinazione “lago di Como”. Partecipano le due province di Como e Lecco e il distretto del turismo del centro lago.
Sono davvero tanti e per tutti i gusti i flash mob che uniscono i paesi delle sponde comasca e lecchese del Lario. Alcuni violinisti della Lake Como Philarmonic Orchestra nel giardino di palazzo Gallio a Gravedona suonano musiche di Karl Jenkins diretti dal maestro bellanese Roberto Gianola. Tre motonavi della Navigazione in formazione a freccia solcano le acque del Lario da Cernobbio. Ma anche catene di ciclisti che scalano la vetta del Ghisallo, runner che salgono fino alla vetta del San Primo, camminatori ai rifugi dell’alpe Giumello in Valsassina. E ancora, pescatori a Varenna, velisti e surfisti in alto lago, canoisti olimpionici sul lago di Pusiano, sub sotto le acque del lago, bikers a cavallo delle loro Guzzi a Mandello e tante altre sorprese che in meno di tre minuti racconteranno le bellezze di un territorio tra Como e Lecco che si è risvegliato. Infine, al tramonto, tre classiche lucie dal golfo di Lecco prenderanno il largo con a bordo Renzo e Lucia.
«Flash mob e calendario unico degli eventi rappresentano uno sforzo organizzativo senza precedenti – spiega Giuseppe Rasella, componente della giunta camerale che sta seguendo l’intera operazione – Un piccolo miracolo che sarà reso possibile dal grande entusiasmo con cui per ora ha risposto il territorio. Lecco e Como sono uniti e pronti per la ripartenza. L’obiettivo è valorizzare turismo e cultura, due comparti che rappresentano oltre il 30% del pil locale e che hanno subito un contraccolpo durissimo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.