Fondazione Volta, Levrini confermato presidente

estival della Luce, negli studi di Espansione Tv: Luca Levrini (presidente Fondazione Volta).

Coach vincente non si cambia. La Fondazione Volta di Como dopo l’assemblea del 20 luglio che ha approvato il bilancio 2020 ha visto ieri insediarsi il nuovo consiglio di amministrazione. Che si è rinnovato nel segno della continuità e che resterà in carica fino all’assemblea del 2024.
Presidente è stato confermato Luca Levrini (designato da Camera di Commercio), vicepresidente, nominato in assemblea il 20 luglio scorso, è Francesco Pizzagalli. I consiglieri designati da Camera di Commercio dono Graziano Brenna e Davide Gobetti, quelli designati dal Comune di Como sono Giuseppe Castelli, Biagio Giancola e Nicoletta Sanguinetti mentre i consiglieri nominati nell’assemblea del 20 sono Michele Borzatta,Andrea Castiglioni, Marco Migliorini e Paolo Piadeni.
«È con piena responsabilità che assumo, insieme a tutto il consiglio di amministrazione, la gestione del nuovo mandato – ha detto ieri Levrini – Al fianco di tutti i soci sono certo che daremo un ulteriore sviluppo alla costruzione concreta della cultura, spogliandoci degli interessi ideologici dei singoli, delle bandiere e dei personalismi rappresentativi, nell’interesse della valorizzazione dello strumento più importante ed influente per il miglioramento dei cittadini comaschi e lariani: la cultura».
Tra gli obiettivi immediati il rilancio di UniverComo e la collaborazione in ambito culturale con la vicina Svizzera italiana, tra quelli di lungo periodo le celebrazioni per il bicentenario della morte di Alessandro Volta nel 2027.
«Ci concentreremo in particolare sui temi della sostenibilità e della energia. sulla candidatura di Como quale “Città creativa Unesco”, sul Parco Letterario e sul Bimillenario Pliniano del 2024» ha detto Levrini. Non è mancato nel suo discorso di conferma un riferimento all’emergenza ambientale di questi giorni: «I danni alluvionali devono portare a riflettere sul rapporto uomo e natura, far sì che il rispetto dell’ambiente non rimanga nella retorica delle parole ma diventi una strategia concreta e costante nelle azioni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.