Movimento dei forconi, perquisizioni della Digos sul Lario

Perquisizioni a Como e in altre città d’Italia nelle abitazioni di numerosi tra i leader del cosiddetto “Movimento dei forconi”, un’associazione di agricoltori, allevatori e pastori che si definiscono «stanchi del disinteresse quando non del maltrattamento da parte delle istituzioni». I controlli sono stati effettuati dagli agenti della Digos, coordinati dalla direzione centrale della polizia di prevenzione, che hanno perquisito abitazioni, oltre che nel capoluogo lariano anche a Campobasso, Ascoli, Firenze, Latina, Roma, Taranto e Treviso. I controlli, secondo quanto emerso hanno riguardato in particolare i leader del movimento che hanno manifestato l’intenzione di attuare l’ordine di cattura popolare, un documento messo a punto da alcuni esponenti dell’associazione e definito dagli investigatori «fortemente istigatorio» perché invita i cittadini ad arrestare i parlamentari e gli esponenti del governo.

Articoli correlati