Formigoni in Tribunale a Cremona

Deve rispondere di concorso in corruzione

(ANSA) – CREMONA, 11 FEB – Dallo scorso luglio agli arresti domiciliari, dove sta scontando la condanna definitiva a 5 anni e 10 mesi per il caso Maugeri/San Raffaele, l’ex presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, si è presentato in Tribunale a Cremona per difendersi dall’accusa di corruzione. Il processo riguarda l’acquisto, da parte dell’ospedale Maggiore di Cremona, dell’apparecchiatura Vero, l’acceleratore lineare comprato per 8 milioni di euro, nel 2011, dall’azienda sanitaria allora diretta da Simona Mariani. Secondo l’accusa, lo strumento venne acquistato dalla Hermex Italia, che avrebbe pagato a Gianluca Guarischi, amico dell’ex governatore, una tangente di 427 mila euro dopo lo sblocco del finanziamento regionale. Di corruzione in concorso con Formigoni è accusata anche Simona Mariani, che dallo stesso Guarischi avrebbe ricevuto in regalo un bracciale e un orologio. Di abuso d’ufficio deve invece rispondere Carlo Lucchina, ex direttore generale della sanità lombarda, anche lui in aula questa mattina.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.