Forum italo-tedesco a Villa Vigoni

Due giorni di convegno

La Germania si apre allo sguardo della stampa regionale italiana. In cerca di un dialogo che sia funzionale a spezzare ogni genere di giudizio a priori ed eviti quei cortocircuiti comunicativi sempre in agguato, soprattutto sui media, quando si tratta di affrontare il tema delle relazioni tra i due Paesi.
Per due giorni, oggi e domani, il Centro di cultura italo-tedesco di Villa Vigoni, a Loveno di Menaggio, ospita una ventina di cronisti e studenti della Scuola di giornalismo “Walter Tobagi”

di Milano mettendoli a confronto con la politica, l’economia e la cultura germanica.
Un programma intenso e relatori di eccezione contribuiscono a fare del seminario di Villa Vigoni un appuntamento tutt’altro che scontato.
Tra oggi e domenica prenderanno infatti la parola, tra gli altri, il direttore della Europäische Akademie di Berlino, Eckart D. Stratenschulte; il portavoce del presidente della Bundesbank (e direttore del dipartimento centrale comunicazione della Banca centrale tedesca), Michael Best; il deputato della Cdu e componente della commissione Bilancio del Bundestag, Georg Schirmbeck; e Michael Georg Link, esponente dei Liberali della Fdp e sottosegretario agli Esteri del governo di Berlino.
Sul fronte italiano, l’ospite d’onore del convegno sul Lario è Gian Enrico Rusconi, professore di Scienza politica all’Università di Torino ed editorialista del quotidiano “La Stampa” di Torino, autore di numerosi libri sulla storia della Germania moderna e contemporanea.
A Rusconi è stato affidato il compito di ragionare attorno alle «Lezioni storiche e alle incomprensioni attuali» tra i due Paesi.

Da.C.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.