Forza Italia, è già iniziata la corsa per il dopo-Fermi
Elezioni 2018, Politica

Forza Italia, è già iniziata la corsa per il dopo-Fermi

Mariastella Gelmini ed Alessandro Fermi Mariastella Gelmini ed Alessandro Fermi

Si avvicina l’ora della resa dei conti dentro Forza Italia. In gioco c’è la poltrona di coordinatore provinciale, dopo l’annuncio dato dal neopresidente del consiglio regionale, Alessandro Fermi ai microfoni di Etv. «Nelle prossime settimane ne parlerò con la coordinatrice regionale Mariastella Gelmini – ha spiegato ieri Fermi – alla quale avevo già anticipato prima delle elezioni la volontà di lasciare il ruolo nel caso fossero sopraggiunti nuovi incarichi».
«Anch’io fui nominato da Gelmini e ora sarà lei a definire il coordinatore temporaneo, in attesa che si apra la stagione congressuale». Sul nome del suo successore, Fermi non si sbilancia: «Potrebbe essere chiunque, non per forza un comasco o un candidato nell’ultima tornata», dice.
E a proposito degli ultimi candidati, Federica Bernardi, in predicato di entrare in consiglio regionale se Fermi fosse diventato assessore, spiega di «essere in attesa di comunicazioni ufficiali». No comment pure da Domiziana Giola protagonista di un testa a teste a suon di preferenze con la Bernardi. «È tutto in stand by, ora vediamo cosa accadrà», dice.
Dimissioni dall’incarico annunciate, infatti, ma non ancora formalizzate, come precisa uno dei vice di Fermi, Mauro Caprani, che non ha voglia di commentare la vicenda.
«Ho sempre pensato che i confronti e gli annunci non si debbano fare sui media, ma direttamente con le persone», spiega Caprani, in disaccordo con il coordinatore provinciale riguardo le ultime decisioni.
Da statuto di Forza Italia, l’organo periferico provinciale, definito dall’articolo 13, è elettivo (a scrutinio segreto) ed esce da un congresso, che si svolge ogni tre anni ed elegge, oltre al coordinatore, anche il comitato provinciale.
Congresso che manca però sul Lario da oltre un decennio, come ricorda lo stesso Caprani. «Credo di essere stato l’ultimo coordinatore provinciale eletto – spiega – Era il 2004, ci fu un congresso nell’aula magna del Politecnico».
Dalla sua rifondazione, nel novembre del 2013 il partito di Berlusconi ha avuto un commissario-coordinatore in Mario Alberto Taborelli e, dopo le dimissioni di quest’ultimo, e una breve reggenza di Marcella Tili, un quadriennio targato Fermi, avviato nel febbraio 2014, grazie alla nomina della coordinatrice regionale, Mariastella Gelmini. Una nomina, quella decisa dal regionale, che è prevista anch’essa dallo statuto azzurro. In caso di dimissioni però, anche lo stesso comitato può convocare il congresso. «Almeno una volta ogni tre anni» e ogni volta che lo richieda il 50% degli aventi diritti al voto.
«Ricordo bene anche il congresso di Villa Erba del 2000», dice Anna Veronelli, presidente del consiglio comunale a Como.
«Oggi non ho più incarichi nel partito, anch’io come Fermi ho lasciato quando ho dovuto rivestire un ruolo nell’istituzione. Credo che Fermi abbia fatto una scelta corretta. Mi sono subito complimentata con lui per il prestigioso incarico. Sul futuro del partito non ci siamo ancora confrontati».
Resta in attesa pure Stefano Vicari, coordinatore cittadino, nominato di recente. «Sicuramente ci sarà un confronto interno al partito per definire la successione di Fermi, ma dubito possa avvenire così a breve termine – dice Vicari – Se si pensa a una nomina da parte del coordinamento regionale, va pure considerato che Gelmini potrebbe avere nuovi incarichi a Roma. È tutto in divenire. Sono comunque convinto che Alessandro Fermi abbia lavorato molto bene», conclude Vicari.
Paolo Annoni

7 aprile 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto