Cronaca

Forza Italia, nuovo debutto sul Lario. Fermi: «Puntare sul territorio»

alt

Politica e partiti
L’ex assessore provinciale Tambini non aderisce al partito

I fedelissimi comaschi di Silvio Berlusconi hanno partecipato ieri al consiglio nazionale che ha sancito il ritorno a Forza Italia e già si preparano alla nuova campagna di tesseramento sul territorio.
Inevitabile la scissione dei governativi, pronti a confluire nel Nuovo Centrodestra, che sul Lario vedrà protagonisti gli esponenti da sempre vicini all’ex presidente della Lombardia Roberto Formigoni. Nessun dubbio sull’adesione a Forza Italia per il commissario provinciale dell’ormai ex

Pdl, Mario Alberto Taborelli.
«Sono un berlusconiano convinto e non ho avuto alcun dubbio – dice – Il tesseramento, a Como, è fermo al 2010 e solamente ora si potrà verificare quanti siano i moderati che aderiranno al progetto. Ritengo comunque che siano la maggioranza. La nuova Forza Italia ora deve ripartire. La strutturazione, soltanto accennata dal presidente, sarà in tempi brevi. Per quanto mi riguarda, avevo detto che avrei fatto il commissario per pochi mesi. Siamo già a un anno, ma questa è l’occasione per trovare nuove persone che conducano il nuovo partito».
Berlusconiano della prima ora, sostiene la nuova Forza Italia anche Sergio Gaddi, consigliere comunale di Como. «Sono estremamente felice del ritorno a Forza Italia – ha detto – Un ritorno motivato, come ha sottolineato il presidente, da inguaribile ottimismo. L’aspetto essenziale è che Forza Italia è un’idea, non una parte politica. Un’idea di libertà, dove la maggioranza degli italiani non di sinistra si può riconoscere».
L’ex assessore di Palazzo Cernezzi è pronto a impegnarsi nel nuovo progetto. «Occorre ripartire dai territori – ha aggiunto – Ritornare a essere presenti e chiamare a raccolta chi si riconosce nei nuovi princìpi. Il consiglio nazionale ha votato all’unanimità il passaggio a Forza Italia. Ora dobbiamo ripartire con l’azione politica e chi non intende aderire al progetto dovrà dirlo espressamente».
Si schiera accanto a Berlusconi anche Alessandro Fermi, consigliere regionale eletto con il Pdl.
«Il cambio di nome conta poco – dice – Ciò che importa ora è dare un segnale di forte rinnovamento del partito. Credo che il distacco tra la gente e la politica non si possa recuperare se non tramite un radicale cambiamento. Berlusconi resta il padre nobile del movimento, ma è chiaro che il futuro dovrà guardare anche a una nuova classe dirigente. L’auspicio è che ci sia l’azzeramento di tutte le cariche, dal livello locale a quello nazionale e poi una vera rinascita – aggiunge Fermi – Vedremo come andrà. La speranza è che ci siano anche volti nuovi e quindi nuova linfa, entusiasmo e partecipazione».
Più misurate le dichiarazioni dei politici comaschi da sempre legati a Roberto Formigoni e pronti ora a confluire nel Nuovo Centrodestra. «Per me, in questo momento, la priorità assoluta è l’interesse del Paese – dice l’ex assessore provinciale Patrizio Tambini – Qual è l’alternativa a questo governo? Quali prospettive ci sono nell’andare a votare tra un mese con la stessa legge elettorale? Possiamo dare l’occasione a questo governo, voluto fortemente da Silvio Berlusconi più che da chiunque altro, di cambiare le cose?».
I nomi degli esponenti politici comaschi che confluiranno nel Nuovo Centrodestra si chiariranno probabilmente nei prossimi giorni. Ancora da definire anche la linea di alcuni consiglieri comunali di Palazzo Cernezzi.
Se Gaddi e Anna Veronelli aderiscono alla nuova Forza Italia, non è affatto scontata la posizione di Enrico Cenetiempo e di Francesco Scopelliti.
E se il primo ieri era irreperibile, il secondo si è limitato a rinviare ogni commento. «Non sarà una situazione semplice da gestire – ha sottolineato Scopelliti – Stiamo ancora riflettendo».

Anna Campaniello

Nella foto:
Sergio Gaddi, consigliere comunale a Como
17 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto