Fosse Ardeatine: Casellati, resta ferita

Emergenza ferma la commemorazione ma memoria è dovere e valore

(ANSA) – ROMA, 24 MAR – "L’eccidio delle Fosse Ardeatine rappresenta ancora oggi una delle ferite più dolorose della nostra storia e di tutta la Seconda Guerra Mondiale. La grave emergenza sanitaria in atto nel Paese non consente quest’anno alcuna commemorazione, ma il dovere e il valore della memoria restano immutati". Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati, ricordando il massacro avvenuto il 24 marzo 1944 nel quale vennero brutalmente trucidati 335 italiani, in gran parte civili.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.