Fra terra e cielo: arte e danza al Parco del Grumello

Una veduta dei giardini di Villa del Grumello

“Tra terra e cielo” è il poetico titolo dell’opera che domani, domenica 4 ottobre, dalle 10 e per tutta la giornata, sarà possibile ammirare nell’area del Parco del Grumello tra il cedro e la villa.
L’installazione site specific è stata realizzata dai partecipanti ai laboratori di arte terapeutica 2021 tenuti dall’Accademia di Belle Arti di Brera nell’ambito del progetto triennale “Kepos”, coordinato dalla professoressa Laura Tonani, recentemente scomparsa, e dalla professoressa Nicoletta Braga.
Si tratta di un’opera collettiva ispirata agli elementi acqua, aria e terra, al ciclo della vita e della rinascita e realizzata con elementi vegetali di risulta e materiale non biodegradabile recuperato, fissato nel tempo attraverso l’arte e infine reintrodotto nel percorso del riciclo, nel rispetto dell’ambiente. I partecipanti hanno creato artisticamente in modo condiviso dei semi, dei fiori, delle ninfee ispirandosi alle collezioni botaniche del parco del Grumello, a partire dalle erbe tintorie, dalle canne dell’orto e dalle ninfee del laghetto.
«La trasformazione della materia è un atto creativo, di per sé terapeutico, ancor più se condiviso con gli altri – si legge nella presentazione del lavoro – Il gesto creativo genera bellezza, espressa con l’arte, sintesi tra natura e artefatto, di cui il Grumello è massima espressione».
La presentazione dell’installazione finale si intreccia con un’iniziativa di sensibilizzazione circa i temi dell’uso, del riciclo, del riuso in particolare della plastica e di sostegno con una raccolta fondi a favore di Lampedusa Turtle Rescue.
A valorizzare l’installazione, sempre domani, alle 11.15, presso il grande cedro, ci sarà la performance di teatro danza anch’essa intitolata “Tra terra e cielo” portata in scena dal collettivo Kun con le danzatrici Francesca Cervellino e Roberta Goeta e il musicista Riccardo Mini, in collaborazione con le attrici Cristina Quadrio e Letizia Torelli.
Sarà un’esibizione site specific nella quale danza contemporanea, poesia e musica si fonderanno con gli scenari della Villa e del Parco del Grumello e con l’opera collettiva realizzata da Brera e i tanti partecipanti ai laboratori 2021.
La performance è un dialogo tra arte e natura, che, con movimento circolare, indaga la forza della vita in costante rinnovamento attraverso la trasformazione degli elementi. L’evento è gratuito con prenotazione obbligatoria al sito www.villadelgrumello.it. Nelle sale di Villa del Grumello si può inoltre ammirare l’installazione “Sui Muri” dell’artista Debra Dolinski, opere in dialogo con la villa.
Salviamo le tartarughe
Tra le iniziative di sensibilizzazione ambientale parallele allo spettacolo e alla installazione “Tra terra e cielo” del progetto “Kepos”, e in ricordo di Laura Tonani, ci sarà la raccolta fondi a favore dell’associazione Lampedusa Turtle Rescue, per contribuire alla cura delle tartarughe marine, vittime delle scelte e dei comportamenti degli uomini dannosi e irrispettosi dell’ambiente di cui sono parte. Il ricavato dalla vendita dei fiori, delle ninfee e dei semi creati che saranno disponibili nella giornata di apertura del Parco di Villa del Grumello saranno infatti devoluti interamente al Centro di Soccorso “Lampedusa Turtle Rescue”, che annualmente ospita circa 200 tartarughe marine bisognose di cure. Bellissimi animali che spesso sono vittime dell’indigestione di microplastiche presenti nelle acque dei nostri mari.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.