Frana di Argegno, domani (forse) il cronoprogramma

Il luogo della frana caduta ad Argegno

Il punto in cui si è staccata la frana Il punto in cui si è staccata la frana

Domani potrebbe forse essere la giornata decisiva. Il condizionale è d’obbligo dopo il rimpallo di date sulla partenza del cantiere di Argegno, dove la frana dello scorso settembre giace ancora lì immobile, causando disagi alla circolazione viabilistica e all’economia del lago.
Proprio domani infatti la ditta incaricata dell’operazione di ripristino della Regina, dopo aver analizzato il piano con i tecnici di Anas, dovrebbe fornire il cronoprogramma degli interventi Dovrebbe dunque indicare la data di avvio e di chiusura dei lavori. In base a quanto emerso nelle ore scorse il piano dovrebbe prevedere una riduzione dei tempi di cantiere che invece di chiudersi – come previsto dal bando entro, tassativamente, il 4 luglio – dovrebbe invece essere più rapido e terminare alcune settimane prima. Questo per facilitare la stagione turistica e non intralciare i visitatori in arrivo sul lago. La preoccupazione maggiore è infatti che con i collegamenti difficoltosi molti possano rinunciare a venire sul lago.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.