Frana di Argegno, dopo 7 mesi c’è la firma
Cronaca

Frana di Argegno, dopo 7 mesi c’è la firma

Argegno, il luogo dei lavori Argegno, il luogo dei lavori

Sette mesi per una firma. Questo il primo risultato raggiunto dopo che la frana dello scorso settembre ad Argegno ha reso impossibile il transito lungo questo tratto della Statale Regina. Da allora però niente, da un punto di vista pratico, è cambiato. Anzi, nonostante la firma il sindaco di Argegno ha scritto al Prefetto per avere certezze sui lavori.
Gli interventi per riaprire la carreggiata non sono infatti ancora iniziati e il caso della frana di Argegno è diventato nazionale, simbolo di un’ordinaria burocrazia all’italiana.
Ieri il sopralluogo dei tecnici Anas e la firma del verbale di consegna con la ditta che effettuerà i lavori, la Adrenalina di Avellino. Una firma che sbocca la situazione e farà partire i lavori, in teoria anche oggi. «Occorre tener conto del tipo di intervento, delle limitazioni al traffico, calcolare anche fasce orarie e condizioni meteo», fanno sapere da Anas. «Quel che è certo – assicura sempre Anas – è che entro la settimana il cantiere partirà». Anche se in serata il sindaco di Argegno Roberto De Angeli non era così convito. «Sto scrivendo al Prefetto affinchè intervenga per farsi comunicare con certezza una data di avvio del cantiere. A me nessuno mi ha informato e non so se si potrà partire entro questa settimana o la prossima», dice il sindaco. Il suo tono è decisamente contrariato e infatti il primo cittadino si è detto «stufo di attendere e non avere le informazioni necessarie per poter fare previsioni sui tempi dei lavori», aggiunge De Angeli.
Il cantiere è atteso soprattutto dagli automobilisti. Dallo scorso 10 settembre è infatti rimasto il senso alternato, ma il timore maggiore è in vista della sempre più vicina stagione primaverile, che porterà sul lago numerosi turisti. Intanto domenica è andata in scena la «protesta d’autore» firmata dall’artista di Erba, Davide Molteni, che ha regalato un sasso caduto dalla montagna a chiunque transitava sulla Regina.

9 aprile 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto