Frana di Argegno: «I lavori devono partire. Basta valutazioni»
Cronaca, Territorio, Trasporti e viabilità

Frana di Argegno: «I lavori devono partire. Basta valutazioni»

«Sono molto deluso e spaventato». L’affermazione, quella del sindaco di Argegno, Roberto De Angeli, riassume i sette mesi di Odissea trascorsi dal giorno della frana, il 10 settembre 2017, sulla statale Regina. I lavori, non sono ancora iniziati. Se da una parte burocrazia e maltempo rallentano la partenza del cantiere, dall’altra il primo cittadino di Argegno ha perso la fiducia e ora chiede maggiori garanzie.

Lo ha fatto ieri pomeriggio inviando al prefetto di Como, Bruno Corda la lettera – peraltro annunciata lunedì sera – per chiedere l’intervento del rappresentante del governo sul Lario sulla questione. In sostanza De Angeli pretende che venga comunicata con certezza una data di avvio del cantiere sulla statale Regina. «Vista l’ordinanza con carattere di urgenza del prefetto di Como sui lavori di sistemazione della frana – spiega il sindaco De Angeli – voglio capire come rispetteranno questa disposizione».

«L’azienda incaricata dei lavori sta effettuando le valutazioni tecniche su come affrontare il cantiere, ma a mio avviso tutto questo doveva essere fatto a priori. Ovvero prima della firma del contratto di lunedì – dice sempre il primo cittadino – Ora si doveva partire con i lavori e non valutare ancora su come intervenire». Anas fa sapere che «ora i lavori sono stati consegnati all’impresa che dovrà intervenire con la cantierizzazione».

«Occorre comunque prestare attenzione alle condizioni meteo – proseguono dall’ente gestore delle strade statali italiane – per avviare i lavori che anche noi ci auguriamo possano partire al più presto». «La durata dei lavori prevista è di 87 giorni», concludono dall’Anas. Sì, ma 87 giorni da quando? È la domanda che tutti si fanno, non solo il sindaco di Argegno. Non certo dalla firma avvenuta lunedì tra la stessa Anas e la ditta che effettuerà l’intervento, la “Adrenalina”di Avellino. La Regina intanto rimane a senso unico alternato, regolata da un semaforo. Oggi è iniziato l’ottavo mese di passione per gli automobilisti.

11 aprile 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto