Lario ad arte

Francesco Corbetta

francesco_corbetta_autore_smallL’AUTORE
Francesco Corbetta indaga l’anima delle cose
Cresciuto nell’ambiente fotografico grazie ai genitori, Francesco Corbetta  è a sua volta fotografo di professione. Il senso del suo percorso  è indagare l’anima delle cose, per reinventarle. Ha lavorato al fianco di maestri quali Maurizio Galimberti,  Antonio Guccione e Franco Fontana. Alcune sue fotografie sono conservate presso il Centro Italiano della Fotografia d’Autore e la Galleria Civica di Modena. Di recente ha partecipato alla mostra internazionale d’arte tessile contemporanea Miniartextil. Il suo sito Internet  è www.francescocorbetta.it

francesco_corbetta_opera_smallL’OPERA
La poesia fa leggera la Questura
Radiografia e “scomposizione in movimento” di una veduta di Como: l’opera fotografica di Francesco Corbetta s’intitola Via Gramsci e nel suo spiccato dinamismo  – così come nella scelta di colori e tagli prospettici  – può essere interpretata anche come un annuncio di primavera. Sì, perché  mai come in questo periodo di gelo e crisi si  sente il bisogno di una stagione luminosa,  di speranza e di movimento, che segua la stasi triste e immobile del tempo attuale.
Per una volta, lasciamoci invitare al sogno da un’opera d’arte.
Che però nasce, come spesso avviene in questa rubrica, anche per interrogare il territorio. Lasciamo la parola all’autore: «Camminando in città si instaura un particolare rapporto con la strada e la gente che la percorre; fotografarla per me è un’operazione di scrittura», scrive Corbetta in un recente testo di presentazione. Ecco quindi che una città apparentemente immobile e sonnacchiosa rivela un’anima segreta e insospettabile.
Scrive ancora Corbetta riferendosi al suo lavoro che esegue con  pellicola negativa, dove l’unico intervento in post-produzione è l’inversione cromatica: «Le fotografie eseguite con esposizioni multiple risultano dinamiche nel contenuto e nella forma; le costruzioni diventano leggeri castelli in aria, luoghi sacri dove gli individui si incontrano e si rincorrono seguendo la frenesia della vita contemporanea, immersi nella loro personale e intima solitudine».
E così, nel gioco metafisico dell’arte fotografica di Francesco  Corbetta, anche la facciata di un luogo in apparenza soltanto prosaico, pratico e rigidamente “razionale” come la sede della Questura di Como –  luogo di leggi da applicare, identità da chiarire e indagini da compiere – può diventare il fotogramma di un film all’insegna della leggerezza, con tonalità quasi orientali nei contrasti cromatici. Bellezza e anima s’annidano anche là dove parrebbero impensabili.

GALLERIA  (clicca su una immagine per visitare la Galleria)

[oi_gallery path="cultura/lario_ad_arte/francesco_corbetta/gallery"]

30 Gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto