Cronaca

Francesco Facchinetti vittima di stalking: 43enne nei guai

alt

In sette anni un migliaio di lettere hard ma anche di minacce

Un migliaio di lettere in sette anni. Le ultime 65 (in appena tre mesi) tenute da parte da un esausto Francesco Facchinetti per portarle ai carabinieri di Mariano Comense e far aprire un fascicolo di indagine con l’accusa di stalking. La fans andata decisamente oltre ogni limite, una 43enne nata a Napoli e oggi detenuta in carcere a Palermo, finirà davanti al giudice monocratico del tribunale di Como. Il pubblico ministero Simona De Salvo ha infatti citato la donna direttamente a giudizio (sarà

assistita dall’avvocato Davide Arcellaschi) e l’appuntamento è stato fissato per il prossimo 30 aprile 2014. La storia fa riferimento a quanto avvenne fino al gennaio del 2012 quando, come detto, il “Capitan Uncino” della musica italiana decise di mettere un freno a quella donna che lo molestava in continuazione. Minacce, messaggi in codice, parole cerchiate in rosso per non si sa quale motivo, e pure foto hard della molestatrice, assai esplicite, nel pieno di rapporti sessuali con anonimi partner accompagnate dal ritaglio di un giornale dove si faceva riferimento al tentato omicidio della madre da parte della stessa donna. Motivo per cui la 43enne si trova tra l’altro rinchiusa in carcere a Palermo. Una situazione decisamente pericolosa per Francesco Facchinetti, che tra l’altro proseguiva da ben sette anni. Le lettere, per la verità, venivano inviate anche ad altri Vip legati in qualche modo a Facchinetti, come il padre Roby – il cantante dei Pooh – di cui pare la donna-stalker si fosse invaghita, Dodi Battaglia (chitarrista sempre dei Pooh) e Daniele Battaglia, figlio di Dodi e altro volto noto della tv italiana che per un periodo di tempo aveva vissuto a casa di Francesco Facchinetti a Mariano Comense. Curioso quanto raccontato dalla stessa indagata in merito al modo con cui avrebbe appreso l’indirizzo del cantante: ne sarebbe venuta a conoscenza dopo averlo sentito pronunciare in televisione in un programma in cui c’era proprio Francesco.
Nelle lettere, che come detto sono almeno un migliaio in sette anni, venivano allegate anche foto di cimiteri e di croci accompagnate da minacce di morte.
Un modo decisamente insolito per far sentire il proprio affetto ad un cantante amato. Inevitabile, con tutto quello raccontato fin qui, l’approdo in un’aula di tribunale con l’accusa di stalking.

M.Pv.

Nella foto:
Francesco Facchinetti, cantante e volto tv vittima di stalking
17 Nov 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto