Fratelli d’Italia: «In via Regina vadano i senzatetto»
Città, Cronaca, Politica

Fratelli d’Italia: «In via Regina vadano i senzatetto»

Alleati e divisi. Alleati sulla carta, divisi sulle scelte concrete. Anche quelle su cui si potrebbe immaginare una più solida unità di vedute. Lega e Fratelli d’Italia non se le mandano a dire, in queste ore a Como, sul destino del centro migranti di via Regina. Il Carroccio, soprattutto con il sottosegretario al ministero dell’Interno Nicola Molteni, ha rivendicato sin dal primo momento la decisione di chiudere i container posati da molti mesi alle spalle del Cimitero Maggiore.

Fratelli d’Italia, con il deputato Alessio Butti, ha invece giudicato la stessa scelta troppo frettolosa e ha avanzato l’idea di trasformare il campo di via Regina in un centro di accoglienza per gli italiani in difficoltà. Al solito botta e risposta sui vari canali social, si è sovrapposta venerdì sera una discussione in diretta su Etv durante la prima puntata – che ha registrato un vero e proprio boom di ascolti – della nuova stagione di Nessun Dorma. Alessandra Locatelli, vicesindaco di Como e deputata della Lega, ha ribadito di «sentirsi sollevata per la decisione. La chiusura era un termine naturale che anche le associazioni sapevano sarebbe arrivato. La nascita del centro fu improvvisa e non condivisa: adesso il governo ha stabilito che fosse ora di chiuderlo».

Butti ha ribadito le sue perplessità: «Ora gli sbarchi sono diminuiti, ma l’emergenza può sempre tornare. E quindi il centro avrebbe potuto essere utile per collocare e tutelare i migranti. Detto questo, abbiamo pure un inverno alle porte – ha detto il deputato di Fratelli d’Italia – possibile che si debbano montare tende per i senzatetto quando esiste un centro già operativo?». La posizione di Butti, sabato pomeriggio, è diventata anche la posizione ufficiale di Fratelli d’Italia a Como. Il coordinatore provinciale del partito, Stefano Molinari ha infatti diffuso un comunicato nel quale si legge: «preso atto del numero elevato di senzatetto, anche italiani, che potrebbero trovare ricovero in quella struttura, abbiamo chiesto di verificare con molta attenzione ogni futura decisione» sulla chiusura del centro di via Regina. Una posizione, sottolinea Molinari, molto più coerente di altre che invece inclinano alla «demagogia» e sono rivolte «unicamente al consenso elettorale. Chiediamo che il campo venga utilizzato soprattutto per le decine di senzatetto italiani che dormono sotto i portici della città. Noi – conclude il coordinatore di Fratelli d’Italia – siamo per soluzioni praticabili e di buon senso a tutela della cittadinanza, dell’ordine pubblico e della salute di tutti. Il nostro non è peloso buonismo».

24 settembre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto