Freddo e maltempo. Arpa Lombardia: «Alto rischio di gelo sulle strade»

Maltempo e freddo in Lombardia. C’è un ulteriore aggiornamento giunto da Arpa Lombardia.

Oggi si conclude l’afflusso di aria gelida, iniziato la scorsa domenica 25 febbraio, proveniente dall’Est Europa e responsabile delle temperature rigide di questi giorni sulla nostra regione – spiega Arpa Lombardia –  In pianura i valori più bassi si sono registrati nel primo mattino odierno con valori compresi tra i -10 e i -4 gradi. Anche le temperature massime oggi si sono mantenute su valori molto bassi e decisamente al di sotto della media del periodo con estremi attorno allo zero o di poco superiori.

Nei prossimi giorni predomineranno correnti in quota occidentali o a tratti meridionali che scorrendo sopra l’aria gelida presente sulla Valpadana daranno origine a deboli nevicate fino in Pianura.  Tali correnti, umide e via via più miti,  non riusciranno a scalfire da subito l’aria gelida presente in Valpadana:  di conseguenza il rialzo delle temperature in pianura sarà lento e graduale, e più significativo durante il fine settimana.

Nelle giornate di giovedì 1° marzo e venerdì 2  saranno quindi ancora probabili valori minimi inferiori allo zero su tutta la pianura (seppur in marcato aumento rispetto ad oggi) e massimi attorno o localmente inferiori allo zero. Per questo motivo le nevicate previste, seppur di quantità modeste, potranno facilmente accumulare al suolo e favorire la formazione di ghiaccio.
Sabato 3 e in particolar modo domenica 4  le minime potranno ancora scendere al di sotto dello zero (con variazioni locali dipendenti dalla persistenza o meno di nuvolosità notturna) mentre le massime subiranno un rialzo raggiungendo valori compresi tra  6 e 9 gradi.
Infine, durante la fase terminale del ristagno di aria gelida nei bassi strati atmosferici, tra il pomeriggio di venerdì 2 e la giornata di sabato 3, non è esclusa la possibilità di locali episodi di “gelicidio” ovvero pioggia che gela al contatto con il suolo formando lastre di ghiaccio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.