Frontalieri nel mirino dei “social”. Online è un tiro al bersaglio

altStorie di confine
Tra gli internauti svizzeri giudizi duri contro gli italiani
(a.cam.) Sono troppi e rubano il lavoro, ma diminuiranno e saranno pagati meno. È decisamente negativo il giudizio sui frontalieri che i ticinesi affidano ai social network. Il dato emerge da una ricerca realizzata per conto di tvsvizzera.it da Voices from The Blogs.
Spulciando tra i social network, tre commenti su quattro sono negativi. Soltanto il 19% di frasi e giudizi sui frontalieri è positivo. Tra gli italiani che parlano dei connazionali, invece, il rapporto tra giudizi positivi e negativi è di 70 a 30.

L’accusa principale rivolta agli italiani, neanche a dirlo, è «Ci rubano il lavoro», un giudizio espresso nel 35% circa dei messaggi pubblicati sui social network. Seguono, tra i motivi di malcontento, il numero eccessivo dei frontalieri e gli stipendi troppo alti. 

«Bisogna pensare prima agli svizzeri», sostiene poi il 15% dei ticinesi. Volendo analizzare anche i – pochissimi – giudizi positivi emerge come, per i ticinesi, la presenza degli italiani contribuisca a creare cultura.
Spostando lo sguardo sull’Italia, il ritratto più diffuso dei frontalieri descrive una condizione di sottopagati, indispensabili per l’economia ticinese e troppo tassati.
Negativa infine anche la prospettiva futura per i frontalieri destinati, secondo i ticinesi, a diminuire a livello numerico e a ricevere stipendi inferiori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.