“Frontaliers Disaster”, successo al botteghino: meglio di “Guerre Stellari”

Uscito giovedì̀ 21 dicembre nelle sale ticinesi, il primo lungometraggio dei Frontaliers, “Frontaliers Disaster”, è già̀ un caso cinematografico. Capace di doppiare al botteghino la corazzata hollywoodiana “Guerre Stellari”, il primo vero film di Bussenghi e Bernasconi, è la migliore uscita al cinema in Ticino del 2017.
Il duo Bussenghi e Bernasconi, il frontaliere e la sua nemesi, la guardia di confine, è dunque approdato al grande schermo dopo due anni di lavorazione e un mese di riprese, dalla dogana di Bizzarone a Mendrisio, a Lugano e nei Grigioni, in Mesolcina e nel Locarnese.
Il film come detto ha fatto il boom ai botteghini svizzeri e con ogni probabilità si appresta entro breve a invadere l’Italia del Nord. Nei prossimi giorni infatti la produzione e la distribuzione del film decideranno come muoversi. Esilarante la formula, in grado anche di far riflettere su un tema economico e sociale che al contempo unisce e divide due Paesi.
Immutati i caratteri dei protagonisti: Roberto Bussenghi, interpretato da Flavio Sala, e il doganiere Loris J Bernasconi (l’attore Paolo Guglielmoni), uno quadrato fino al midollo, l’altro italicamente privo di regole.
La pellicola è prodotta da Inmagine in coproduzione con Rsi e distribuito da Morandini Film Distribution.

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    Silvano Zaccariotto , 29 Dicembre 2017 @ 14:56

    Molo bello, un perfetto film che dovrebbe aiutare a ridimensionare le tensioni esistenti su ambo le parti della ramina. L’ironia se ben fatta e in questo caso lo, é un vero toccasana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.