Fugge ad un controllo: sospeso l’affidamento in prova, torna in cella

L’indagine è affidata ai carabinieri di Erba

Aveva quasi finito di scontare il proprio periodo di detenzione. Era sulla soglia dell’uscita dal tunnel in cui era caduto tempo fa. Per questo gli era stato concesso l’affidamento in prova ai servizi sociali come misura alternativa a quella detentiva. Decisione che era stata presa dal Tribunale di sorveglianza di Varese. Ma un 32enne di Lurate Caccivio è riuscito a rovinare tutto ricevendo in cambio la revoca del provvedimento e il ritorno in carcere. Tutto in seguito ad un controllo eseguito nella tarda serata di venerdì scorso dai carabinieri della stazione del paese a Lurate Caccivio.

L’uomo è stato infatti fermato mentre era alla guida dell’auto. Ma, al posto che accostare, ha accelerato tentando la fuga. I militari dell’Arma hanno poi verificato che il posto di controllo era stato forzato perché il 32enne era al volante senza patente. Violazione che, come detto, ha portato prima alla revoca del provvedimento di affidamento in prova ai servizi sociali come misura alternativa al carcere, poi al ritorno in cella per scontare la pena.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.