Fugge dai carabinieri e finisce contro un muro: movimentato episodio a Beregazzo con Figliaro

Carabinieri

Una fuga a folle velocità dai lampeggianti delle sirene per le strade dell’Olgiatese, poi l’auto perde aderenza, con la strada già scivolosa per la pioggia, e si schianta contro un muro. Uno dei fuggitivi è finito in manette, l’altro è riuscito a scappare, ma entrambi hanno rischiato davvero molto in quei chilometri percorsi dal posto di controllo dei carabinieri.
Il movimentato episodio di cui parliamo si è verificato nella tarda serata di venerdì nel comune di Beregazzo con Figliato. Poco prima della mezzanotte i carabinieri di Olgiate Comasco hanno intimato l’alt a un’auto. Quello che doveva essere un normale controllo si è però rivelato ben altro.
L’automobilista invece di fermarsi ha infatti schiacciato a tavoletta sull’ acceleratore, con i carabinieri pronti all’inseguimento. Dopo un paio di sbandate il fuggitivo e il suo passeggero sono finiti con la macchina contro un muro.
Entrambi non si sono però arresi neppure dopo lo scontro e sono scappati a piedi verso i prati. I carabinieri sono riusciti a fermare uno dei due, un cittadino albanese 42enne residente a Massa Carrara.
Dai controlli sulla targa dell’auto, questa è risultata rubata pochi giorni fa a Garbagnate Milanese. Nel veicolo sono stati trovati alcuni oggetti di valore e degli arnesi da scasso. L’albanese è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione. Ieri, in Tribunale, a Como, si è svolto il direttissimo. Arresto convalidato. Sono stati chiesti i termini a difesa e il 42enne è stato portato al carcere del Bassone. Nel frattempo i carabinieri di Olgiate hanno raccolto la denuncia di un uomo, vittima di un furto all’interno della propria auto parcheggiata in una proprietà sempre a Beregazzo. Ha riconosciuto alcuni oggetti e attrezzi trovati sulla vettura in fuga.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.