Funzionario Inps cancellò debiti aziende

Gdf di Palermo gli sequestra beni per circa 213mila euro

(ANSA) – PALERMO, 4 GEN – La guardia di finanza di Palermo ha eseguito il sequestro preventivo per equivalente di circa 223mila euro, emesso dalla Procura e convalidato dal Gip, nei confronti di Nicolò Ancona, 66 anni, ex funzionario dell’Istituto. I reati contestati sono abuso d’ufficio, accesso abusivo ai sistemi informatici dell’Inps e frode informatica. Indagini delle Fiamme gialle, avviate dopo la denuncia dell’Istituto, sono state eseguite sulle attività compiute dal funzionario tra il 2011 e il 2015 su pratiche relative ad "abbandono e sospensione dei crediti previdenziali". Secondo l’accusa avrebbe eseguito operazioni anomale su pratiche anche per "sgravi contributivi", consentendo ad alcune aziende di ottenere indebiti benefici normativi e contributivi. Inoltre con la variazione dei "codici stato di lavorazione" e bypassando l’autorizzazione del direttore di sede, avrebbe alterato i fascicoli di 13 aziende, "cancellando con motivazioni infondate e surrettizie i loro debiti previdenziali".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.