Furgone in fiamme, la Procura indaga. Era su un terreno di Bartolomeo Iaconis, a processo per omicidio

Incendio autocarro Cadorago

La Procura di Como vuole vederci chiaro. L’incendio che mercoledì sera ha distrutto un furgone di quelli usati per i chioschi di panini, viene tenuto monitorato con molta attenzione. Il rogo – di cui è stata confermata la natura dolosa – era avvenuto in un campo nei pressi della A9, tra i comuni di Cadorago e Lomazzo. Dalle prime indagini è emerso che il mezzo era sostanzialmente abbandonato da più anni, e che nei boschi attorno è fiorente l’attività di spaccio soprattutto da parte di marocchini. La sensazione, dunque, è che quanto accaduto possa ricondursi a tutto questo, visto che pare che il furgone fosse anche utilizzato come riparo per la notte.
Alcuni elementi, tuttavia, invitano a tenere alta l’attenzione. Il primo: il terreno su cui è avvenuto l’incendio è di proprietà di Bartolomeo Iaconis, a processo a Como di fronte alla Corte d’Assise per l’omicidio di Franco Mancuso avvenuto a Bulgorello l’8 agosto del 2008. Iaconis, ritenuto essere un affiliato alla ’ndrangheta, è accusato di essere il mandante di quel delitto. Proprio questa settimana, tra l’altro, in udienza aveva parlato Luciano Nocera, collaboratore di giustizia, che aveva attaccato Iaconis e il presunto esecutore materiale dell’omicidio, Luciano Rullo, 51enne di Como, attribuendo a loro quanto accaduto fuori dal bar di Bulgorello. Nocera, come attività, vendeva panini con camion in tutto e per tutto simili a quello distrutto dall’incendio che tuttavia era di proprietà di un altro calabrese, un 39enne già noto alle forze di polizia, ma era stato utilizzato in passato (almeno fino al 2013) da un parente dello stesso Iaconis. Una vicenda ancora tutta da chiarire insomma e in cui l’attenzione, come detto, rimane massima.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.