Furti al grand hotel Principe di Savoia: comasco nei guai

Foto dalla pagina Facebook del grand hotel milanese

C’è anche un comasco indagato nell’inchiesta sui furti dal grand hotel Principe di Savoia di Milano. Si tratta di un 63enne, dipendente dell’ albergo, accusato di furto in concorso con altri sei colleghi. Avrebbero sottratto dal cinque stelle di piazza della Repubblica alimenti e altri oggetti. L’uomo, da trent’anni nel prestigioso albergo, era il manager del room service. La polizia lo ha fermato con nello zaino funghi porcini e pomodori secchi. Nella sua casa della Bassa Comasca aveva cibo e vini pregiati, oltre ad argenteria di cui dovrà chiarire la provenienza.

Articoli correlati