Furti in serie tra le bancarelle del mercato. Arrestato 23enne: finisce al Bassone

Polizia di Stato

Furti in serie, nella giornata di giovedì, al mercato di Como che si colloca nei giorni pari sotto le mura del centro storico.
Il presunto responsabile è stato però identificato dai titolari delle bancarelle che l’hanno poi consegnato nelle mani delle volanti della Polizia di Stato. Nei guai è finito un gambiano di 23 anni, che ieri mattina è comparso in tribunale a Como per essere processato con il rito direttissimo.

Il ragazzo ha però chiesto, tramite l’avvocato Greta Isi, i termini a difesa, e tornerà in aula il 28 giugno. Nel frattempo il giudice ha disposto la permanenza in carcere del sospettato. L’intervento della polizia, come detto, è avvenuto nella giornata di giovedì presso il mercato di Como. Il 23enne gambiano è accusato di più tentati furti in diverse bancarelle aperte in viale Carlo Cattaneo.

In sequenza, il giovane avrebbe cercato di impossessarsi (riuscendoci in questo caso) di un portafogli in pelle. Poi avrebbe rivolto la sua attenzione a un paio di pantaloncini da uomo, allontanandosi senza pagare ma venendo notato dal proprietario dell’attività. Stessa cosa in una bancarella accanto, sempre pantaloncini da uomo. Una volta finito nelle mani degli agenti delle volanti, il 23enne sarebbe stato trovato in possesso di altri beni di cui tuttavia non si conosce la provenienza: il gambiano infatti si era impossessato di calze, boxer, profumi, bagnoschiuma, ma anche di una confezione di senape e di una di maionese. L’ipotesi è che anche questi furti possano essere avvenuti in prossimità del mercato di Como posto al giovedì sotto le mura della città.

L’arrestato è stato accompagnato nella camera di sicurezza della questura in attesa del processo con il rito direttissimo di ieri mattina che, come detto, è stato poi spostato al 28 giugno. Nel frattempo il 23enne rimarrà in carcere al Bassone. L’accaduto è stato segnalato al sostituto di turno in Procura a Como, il pubblico ministero Mariano Fadda.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.