Gabriele Cavalli in azzurro. Primo acquisto al mercato di gennaio

Gabriele Cavalli è da ieri ufficialmente un giocatore del Como. Il centrocampista nato a Lecco nel 1982, centrocampista centrale, è arrivato dalla Pro Piacenza e già ieri si è allenato agli ordini di mister Fabio Gallo.
Gli azzurri hanno ripreso gli allenamenti: il primo impegno ufficiale sarà domenica 22 gennaio al Sinigaglia contro la Giana Erminio. Sabato è stata organizzata un’amichevole in trasferta contro la Feralpi Salò, formazione che milita nel girone B di Lega Pro.
Un test per verificare le condizioni del gruppo dopo le vacanze e soprattutto per vedere la condizione di quelli che prima dello stop, erano acciaccati. Crispino a parte, che ha tempi di ripresa più lunghi, ieri hanno lavorato a parte Deleidi e Sperotto, che sono in ripresa. In recupero da uno stiramento il giovane Mandelli.
Cavalli è arrivato sul Lario con il nulla osta del curatore fallimentare Francesco Di Michele, che lo scorso sabato ha incontrato il direttore generale Diego Foresti e il diesse Gianluca Andrissi. Ora l’obiettivo è un difensore che possa puntellare il reparto arretrato, uno tra i più perforati in Lega Pro.
«Un uomo con le caratteristiche di Cavalli mancava al nostro centrocampo – spiega Foresti – È un play, un regista vero che ha visione di gioco, calcia rigori e punizioni e vanta una lunga esperienza».
Foresti torna anche sulla richiesta di Davide Di Quinzio da parte del Livorno. «Più che un’offerta è arrivata una telefonata – specifica – Ma voglio ribadire per l’ennesima volta che non è nostra intenzione cedere giocatori che, come hanno dimostrato sul campo, in questo campionato fanno la differenza».
«Volevamo mettere a disposizione di mister Gallo un centrocampista fin dal primo allenamento – spiega il direttore sportivo Gianluca Andrissi – e l’obiettivo è stato raggiunto».
Ora ci si concentrerà su un difensore. «Ma il mercato non è mai facile – conclude il diesse – Ci stiamo muovendo e abbiamo una lista di nomi, ma allo stesso tempo siamo pronti eventuali opportunità. A volte si può giocare d’anticipo, ma spesso importanti occasioni si presentano all’ultimo secondo».

 

 

Articoli correlati