Gaddi e Molinari fanno pace. «Abbiamo già detto tutto»

La polemica
Abbiamo detto tutto, non c’è altro da aggiungere e non c’è alcuna polemica». Almeno a parole, la guerra per la gestione della neve tra gli assessori alla Viabilità Stefano Molinari e al Bilancio Sergio Gaddi sembra chiusa. La tensione però resta, anche alla luce del rischio di ulteriori nevicate e dell’eventuale necessità di far scattare il piano di pulizia delle strade. La settimana scorsa, in piena emergenza neve, sembrava che il Comune di Como non avesse più soldi per la pulizia
delle strade e lo spargimento del sale. Poi, a sorpresa, l’assessore al Bilancio aveva dichiarato di aver stanziato altri 300mila euro e questo aveva acceso un violento botta e risposta con il collega Molinari. Ora, a distanza di 48 ore, la polemica in giunta è rientrata.
«Non c’è alcuna polemica né tensione», taglia corto Sergio Gaddi. Che poi rassicura la città sulla disponibilità delle risorse per il piano neve in caso di ulteriori precipitazioni. «Non è mai stato e mai sarà un problema di mancanza di risorse – dice l’esponente della giunta di Palazzo Cernezzi – Rispetto a quello che l’ufficio strade indicherà, le risorse verranno trovate. Lo stesso ufficio strade poi ha la responsabilità di giustificare le risorse chieste con il servizio offerto ai cittadini. Ricordo che lo scorso anno, per due nevicate è stato speso un milione e mezzo di euro». Nemmeno una parola sullo scontro con il collega neppure da Stefano Molinari.
L’assessore alla Viabilità conferma poi, a sua volta, che il piano neve non è in discussione. «Continuiamo a fare il nostro lavoro – dice l’esponente della giunta di Palazzo Cernezzi – In caso di necessità, facciamo scattare l’intervento di salatura delle strade e, qualora ci fossero ulteriori nevicate, torneranno in azione anche i mezzi spazzaneve. Su questo punto non c’è alcun problema».
Procede anche il lavoro dei volontari impegnati nella pulizia dei marciapiedi. «Stiamo facendo il possibile con i pochi uomini e mezzi a disposizione – sottolinea Molinari – I volontari stanno diminuendo, ma stanno ancora lavorando per quello che possono. Sabato abbiamo avuto in servizio 18 profughi, domenica 12 e oggi (ieri, ndr) 8. Domani (oggi, ndr) vedremo quante persone saranno disponibili e, in base alle presenze, proseguiremo comunque con il lavoro, andando a intervenire nel maggior numero possibile di zone del capoluogo».

Anna Campaniello

Nella foto:
Stefano Molinari

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.