Gaines, una garanzia per la pericolante Cantù

Frank Gaines

Un girone d’andata chiuso al penultimo posto con l’ultima – Varese – che ha però saltato le ultime partite a causa della problematica Covid.
Il girone di ritorno sarà al cardiopalma nella lotta per la salvezza della Pallacanestro Cantù, sconfitta anche domenica (98-92) nella trasferta di Sassari.
Dalla Sardegna, però, al di là dello stop, l’Acqua S.Bernardo è tornata con la convinzione che l’ultimo acquisto, Frank Gaines, possa essere davvero l’uomo utile a fare la differenza nella seconda parte del campionato.
Nello scorso turno il canturino è stato il quarto migliore realizzatore di giornata in serie A (con 23 punti) anche, se, purtroppo per Cantù, al primo e secondo posto si trovano due giocatori della Dinamo Sassari, Miro Bilan (a quota 27) ed Eimantas Bendzius (26). Gaines spicca anche nella graduatoria di giornata degli assist (7).
Quest’ultimo è forse il dato più rilevante, la dimostrazione che la sua non è stata una partita da “solista” e che quando le necessità lo hanno chiesto, l’americano si sia messo al servizio della sua squadra. Allo stesso tempo – viste le sue caratteristiche di “bomber” – si è preso le responsabilità dei tiri: Gaines ha faticato da tre punti (solo due triple a segno su dieci tentate). Ma, constatata la scarsa prolificità nel tiro da fuori, si è saggiamente dedicato alle incursioni nel cuore dell’area e la scelta ha pagato con un ottimo 5/6 da due.
Nelle sue statistiche di giornata anche cinque rimbalzi e 28 di valutazione, la migliore tra le fila dei brianzoli, segno che l’apporto è stato davvero sostanziale: Gaines si è fatto sentire su tutto il campo. In conclusione una partita molto buona, considerato che l’americano aveva pochissimi allenamenti nelle gambe con la nuova formazione e che ancora deve inserirsi bene nel gruppo e nei giochi offensivi della formazione di coach Cesare Pancotto.
Tra l’altro nel prossimo turno ci sarà un avversario che gli darà ulteriore carica. Il girone di ritorno di Cantù scatterà infatti con la partita interna con la Virtus Bologna (domenica ore 18.15 a Desio), la formazione in cui Frank Gaines ha militato nella scorsa stagione prima dello stop forzato dovuto all’emergenza sanitaria. Cantù è dunque al penultimo posto, con quattro successi e precede di una vittoria Varese (tra l’altro sconfitta dall’Acqua S.Bernardo nello scontro diretto).
Cinque affermazioni per Brescia e Fortitudo Bologna, le due compagini che precedono i brianzoli.
A proposito di giocatori e di ex, è di ieri l’annuncio del ritorno in Italia di un cestista visto lo scorso anno con la casacca canturina. La Reyer Venezia ha infatti comunicato l’ingaggio dello statunitense Wes Clark. Agli ordini di coach Pancotto ha chiuso il torneo 2019-2020 per l’Acqua S.Bernardo Cantù con un bilancio di 20 partite a 14,7 punti, 3,7 rimbalzi e 3,5 assist di media. Clark arriva alla formazione veneta dalla serie Bbl tedesca, in cui ha giocato quest’anno tra le fila dei Niners Chemnitz.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.