Galleria di Cernobbio, il sindaco vuole i giovani più presenti

Il dibattito – Dal cantiere al social network
La galleria di Cernobbio ha riaperto domenica, ma la discussione sul cantiere e i relativi disagi prosegue online allargandosi a riflessioni sul destino dei giovani.
Il sindaco della località lariana, Simona Saladini, si è svegliata presto ieri e all’alba ha postato su Facebook una riflessione per coinvolgere, appunto, i più giovani, a suo dire poco presenti sulla questione. E li sprona a impegnarsi di più nel civile.
«Ma dove sono stati nel dibattito sulla galleria di Cernobbio?
Non penso che tutti hanno potuto permettersi di alzarsi la mattina dopo le 9.30». E poi la domanda retorica, per incalzarli: «Avete per caso tutti la moto?». Il primo cittadino di Cernobbio rimarca sul social network che si tratta di un’opera pubblica che riguarda proprio i giovani: «Siete voi il futuro, non potete farvi scivolare tutto addosso». L’intervento è concluso da un riferimento alla divinità, venerata dagli Inca e da altri popoli andini come “Madre terra”, Pachamama: «Buona paciamama a todos – scrive la Saladini – Questo è quello che vorremmo lasciarvi».
«Ho scritto il post per sensibilizzare i giovani – ha poi commentato – Durante il dibattito che la chiusura della galleria ha generato, mi è sembrato che per loro nulla fosse accaduto. E invece il mito andino ci invita proprio ad avere più cura della Terra e dei luoghi in cui viviamo». Il post su Facebook non ha mancato di scatenare la discussione online, cui il sindaco ha partecipato via telefonino, sostenendo le responsabilità delle famiglie, nel bene e nel male («come genitori dobbiamo fare autocritica»; «forse i pensionati non dovrebbero svolgere così tanti doppi lavori»).
«Sono madre di 4 figli, ma non li considero “bamboccioni” – ha poi commentato al telefono il sindaco – Quel che conta è educare i giovani all’etica della responsabilità: molte famiglie dovrebbero avere meno timori e lasciarli andare per il mondo, a mettersi alla prova, per crescere. Ma dobbiamo metterli in condizione di averlo, un futuro».

Nella foto:
Domenica la galleria di Cernobbio è stata riaperta con 5 giorni di anticipo. Per i prossimi due anni sarà chiusa nelle ore serali dalle 22 alle 6 per un radicale intervento di messa in sicurezza

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.