Garbo e i suoi album storici alla “Officina della Musica”

Renato Abate alias Garbo

In occasione dei 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino, anniversario dello scorso 9 novembre, Garbo ) è partito con dieci date a conclusione del suo ultimo tour. Tra queste, quella di mercoledì 22 gennaio, alle 21, a L’Officina della Musica di Como, dove l’artista suonerà brani tratti da A Berlino Va Bene… e Scortati, i primi due storici album, datati 1981 e 1982, presenti nella classifica dei dischi fondamentali della musica italiana (secondo la classifica redatta da “Rolling Stone”) e colonne portanti di quel decennio. Accompagnato da Eugene al pianoforte e alle programmazioni, lo spettacolo sarà arricchito dal racconto di numerosi aneddoti sulla sua lunga esperienza musicale.
Considerato il padre putativo della new wave italiana, Garbo ha alle spalle 40 anni di carriera, 15 tour, 17 dischi (tributi compresi). Lo spettacolo avrà una scenografia minimalista e dedicata al tema, mentre il suono rievocherà quelle atmosfere decadenti, tipiche del clima elettronico e analogico della “nuova onda” mitteleuropea che diede origine ai suoi lavori discografici più importanti. Garbo accompagnerà così gli spettatori in un viaggio simbolico oltre i confini, non solo musicali. Proprio oggi che l’Europa è impegnata in un percorso di unità sempre più difficile, in cui sembrano tornati di moda gli egoismi nazionalisti, la musica prova ancora una volta a esercitare il suo ruolo fondamentale di unire le persone.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.