Gary Cooper architetto senza macchia su Espansione Tv

altFilm cult. Stasera alle 23
Fare un film è per molti versi un esercizio di architettura, ma non sono molti i film che si occupano dell’arte di costruire case e palazzi.
Una preziosa eccezione – non priva di risvolti etici e anche di riflessioni estetiche e filosofiche su quella forma d’arte particolare che è la cinematografia – è la pellicola d’epoca che viene proposta stasera alle 23 da Espansione Tv (canale 19 del digitale terrestre) nell’ambito del consueto ciclo dedicato ai classici del cinema americano in bianco e nero.

Stiamo parlando di La fonte meravigliosa (Usa, 1949) del regista King Vidor con Gary Cooper, Patricia Neal e Raymond Massey. 

Il protagonista, Howard Roark, è un architetto geniale e anticonformista, dalle idee avveniristiche ma tanto alieno ai compromessi da non riuscire a ottenere commesse da parte di clienti che vorrebbero affidargli lavori tradizionali. Per campare deve perciò adattarsi a un lavoro manuale. Un prestanome gli permette di tornare all’architettura, ma si verifica un nuovo e più violento scontro con gli imprenditori che hanno imposto modifiche non coerenti con le sue idee. Solo alla fine Roark riesce a far prevalere le sue convinzioni trovando, per giunta, anche l’anima gemella. Un film particolare, tratto dal romanzo The Fountainhead di Ayn Rand, scrittrice americana di origini russe, a sua volta ispirato alla vita del celebre architetto americano Frank Lloyd Wright. Un inno all’autonomia dell’artista che vuol rendersi utile alla comunità più che al denaro.
 

Nella foto:
l’attore Gary Cooper in una scena del film La fonte meravigliosa di King Vidor, del 1949. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.