Gattuso al tg di Espansione: «Alla squadra ho parlato con il cuore»

Michela Vitale Giacomo Gattuso

Dopo due giorni con un mix di feste e di riposo, oggi riprendono gli allenamenti agli ordini di mister Giacomo Gattuso. Per chiudere la stagione, infatti, vi sono da onorare la gara di domenica a Novara, sentita dalla squadra locale, che ha ancora nel mirino i playoff, e le successive sfide di Supercoppa di serie C contro la Ternana (prima nel girone C) e una tra Perugia e Padova, in testa alla pari nel gruppo B, con gli umbri favoriti dalla discriminante dei confronti diretti.
Ieri sera, intanto, Giacomo Gattuso, l’uomo che ha guidato i lariani alla promozione tra i Cadetti, è stato ospite del Corriere di Como e del tg di Espansione Tv: «Cosa ho portato dal mio arrivo? Prima di tutto ho parlato con il cuore – ha sottolineato – Poi è nata fin da subito una grande empatia con tutti i ragazzi. Tatticamente, invece, ho chiesto un atteggiamento più offensivo e propositivo, con il pareggio che andava comunque considerato come un risultato negativo».
«L’emozione è ancora tanta – ha spiegato il tecnico dei lariani – Sono felice per aver regalato questa soddisfazione alla squadra, alla società e ai tifosi. Una promozione che è arrivata dopo una partita difficile con un avversario che era ben accreditato e in forma. L’Alessandria era reduce da sei vittorie ed era stato costruito per puntare alla promozione, con giocatori di categorie superiori. Ma noi abbiamo disputato una gara perfetta: i ragazzi sono stati eccezionali».
Sul suo futuro Gattuso ha detto che «c’è tutto il tempo per decidere. Ci sarà un confronto con la società e troveremo la soluzione migliore per il Como». Il mister ha comunque confermato la sua disponibilità a rimanere alla guida della compagine azzurra in B, nel caso gli venga fatta questa richiesta.
Alla domanda su quale possa essere stato il momento più difficile, il tecnico ha risposto: «La sconfitta di Olbia ha fatto male, ma forse è stato peggiore il gol del vantaggio del Livorno alla fine del primo tempo, nella partita che ha preceduto quella con l’Alessandria – ha concluso Gattuso – All’intervallo ci siamo guardati negli occhi e abbiamo pensato tutti che non potevamo vanificare quanto di buono era stato fatto. Nel secondo tempo abbiamo poi ribaltato la situazione, abbiamo vinto e ci siamo lanciati nella settimana decisiva con il morale alto e lo spirito giusto».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.