Gattuso e lo stop a Perugia: «Risultato bugiardo»

Como Alessandria

«Un risultato bugiardo. Meritavamo di più» ha detto alla fine Giacomo Gattuso, allenatore del Como. Esordio con una sconfitta in Supercoppa per i lariani: gli azzurri neopromossi in serie B sabato sono stati battuti per 2-1 dal Perugia nella prima sfida del torneo che mette a confronto le tre formazioni vincitrici nei gironi di serie C.
Allo stadio Renato Curi si è visto un ottimo Como, che ha tenuto bene il campo, e che ha messo in seria difficoltà i “grifoni”. Una risposta autorevole e concreta a chi pensava che gli azzurri in questo torneo sarebbero stati fragili come un vaso di coccio. La squadra ospite si è peraltro presentata con una difesa molto rimaneggiata, per le defezioni causa Covid di Matteo Solini e Davide Bertoncini e quindi con dietro l’inedito reparto composto da Luca Crescenzi, Alessandro Bellemo ed Edoardo Bovolon.
Un Como che ha lasciato il terreno di gioco con qualche recriminazione, per un secondo penalty quantomeno dubbio e per una gara di alto livello che poteva avere un finale differente.
Dopo il match allo stadio dedicato a Renato Curi, si è definito il calendario del torneo di fine stagione. Sabato prossimo allo stadio Sinigaglia la sfida tra Como e Ternana, con la premiazione ufficiale dei lariani per la promozione in B. La conclusione il 22 con il derby umbro Ternana-Perugia.
Mix di sensazioni alle fine dell’impegno per Giacomo Gattuso, soddisfatto per la prestazione, un po’ meno per il risultato.
«La nostra è stata un’ottima prova – ha sottolineato l’allenatore – Soprattutto nella prima mezzora abbiamo fatto benissimo, giocando meglio degli avversari, che poi sono andati in vantaggio in una delle rare occasioni che hanno avuto. Siamo stati superiori e c’è il rammarico per non aver segnato. Ma rimane la nostra bella prestazione: siamo stati in grado di recuperare subito dopo il loro gol e abbiamo perso con un rigore dubbio. Il risultato è bugiardo».
«Alla fine è stata una partita bella e stimolante – ha aggiunto il mister – con occasioni e buone giocate. Ma d’altronde e mente libera si possono fare le cose in maniera differente rispetto a quando scendi in campo con la pressione del risultato a tutti i costi».
E adesso la sfida contro la Ternana dei record, che ha vinto il girone C con ben 90 punti. «Dicono che sia la squadra più forte di tutte – ha concluso Gattuso – ma per noi doveva essere difficile anche la trasferta a Perugia; invece il campo non ha detto questo. Teniamo a concludere bene l’annata nel nostro stadio per poi andare al mare felici e contenti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.