Gelpi: «Rally Aci Como-Etv: ottimo lavoro di squadra. Tutti abbiamo dato il massimo»

Enrico Gelpi

Rally Aci-Etv 2019: tempo di bilanci per gli organizzatori dell’Aci Como, in attesa di conoscere la validità per il prossimo anno. La federazione prenderà una decisione nella riunione fissata per il 5 novembre.
Sicuramente, con 200 iscritti, la scelta di assegnare al Lario la finale di Coppa Italia è stata premiata: una cifra da record, oltre che per la stessa competizione, anche per la stagione 2019 nel nostro Paese. «Abbiamo avuto tanti partecipanti – ha commentato alla fine il presidente di Aci Como, Enrico Gelpi – Una bella gara, molto combattuta, con prove speciali che sono state apprezzate. Gli iscritti erano soddisfatti: evidentemente hanno apprezzato le strade, il lago, le sue valli. Anche il bel tempo ci ha dato sicuramente una mano, con giornate quasi estive».
«Noi abbiamo dato il massimo – ha aggiunto Gelpi – e siamo contenti del risultato ottenuto. Il nostro è un grande lavoro di squadra, come ho sempre sottolineato. È stato un impegno di mesi culminato con l’adrenalina e la tensione degli ultimi giorni, con la disputa della gara. Un riscontro che ci incoraggia a fare ancora meglio, con il pensiero rivolto già alla prossima edizione, partendo da questi entusiasmo e passione».
Il numero uno di Aci Como ha poi voluto risottolineare un tema a lui caro: «Il nostro rimane un ottimo lavoro di squadra tra organizzatori, esponenti delle istituzioni e tutte le persone che a ogni edizione portano il loro contributo; voglio aggiungere anche Espansione Tv e la stampa, che al di là della cronaca sportiva, forniscono un prezioso supporto per le informazioni di servizio: in questo modo, tutti uniti, siamo riusciti a offrire agli appassionati che sono arrivati sul Lario uno spettacolo di alto livello».
Il presidente si è concesso poi una riflessione finale sui giovani lariani che hanno conquistato il primo posto nella Supercoppa Wrc e nella RallyCup Italia: «Significa che il nostro automobilismo cresce e lo fa a un livello importante. Sono molto compiaciuto anche per questo».
Agli organizzatori sono inoltre giunte le parole di elogio del sindaco di Como Mario Landriscina che, con numerosi rappresentanti istituzionali, ha partecipato alle premiazioni dell’evento: «È stata una grande manifestazione, che ha messo il nostro territorio al centro dell’attenzione nazionale e internazionale». Alla gara, infatti, erano presenti anche equipaggi giunti sul Lario da Turchia, Austria, Principato di Monaco, oltre che dalla vicina Svizzera.
«Il fatto che il Giro d’Italia abbia chiesto di ripassare da Como anche per il prossimo anno è un segnale importante per l’attrattività di queste zone da un punto di vista sportivo – ha concluso il sindaco – È tutta salute per il territorio: dobbiamo andare avanti su una strada che continua a dare segnali importanti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.