Gemelli Morini, trionfo mondiale con l’Italia Under 20 di hockey

altI due gemelli lariani vincono in Scozia la rassegna iridata. Italia promossa in Divisione 1

Italia promossa in Divisione 1, gruppo A, e Giovanni Morini miglior marcatore azzurro con 4 gol e 2 assist, nei primi dieci in tutte le classifiche individuali del torneo. Si è così chiusa in maniera trionfale l’avventura degli azzurri ai Mondiali della categoria Under 20 di hockey su ghiaccio. E nella Nazionale azzurra hanno ben figurato i due gemelli comaschi Morini, convocati per questa occasione, ovvero il già citato Giovanni e il fratello Paolo.
Un cammino

trionfale, quello dell’Italia, che curiosamente, in quattro dei cinque incontri disputati, ha vinto per 4-3, mentre nella gara rimanente si è imposta per 4-2.
I giovani azzurri hanno battuto, nell’ordine, i padroni di casa della Gran Bretagna – le gare sono state infatti disputate in Scozia, a Dumfries – Giappone, Kazakistan, Francia e Ucraina (quest’ultima è la sfida chiusa 4-2).
Contro la Gran Bretagna, la giovane Italia ha faticato, visto che ha ottenuto il successo nel tempo supplementare. Nella successiva sfida con il Giappone, gli azzurri si sono imposti in rimonta mentre con il Kazakistan – che sulla carta era l’avversario più forte – la vittoria, anche se con un solo gol di vantaggio, è stata netta.
Giovanni Morini è stato protagonista assoluto nella gara con la Francia: con l’Italia sotto per 2-3, il lariano ha prima impattato il match e poi ha fatto il gol decisivo per gli azzurri. Sempre del lariano la rete dell’1-0 nella partita finale con l’Ucraina, che ha sancito il trionfo della squadra allenata da Robert Chizzali.
Con questo successo iridato, l’Italia Under 20 lascia quella che è, di fatto, la serie C e tra un anno affronterà le gare della serie cadetta.
Al rientro a casa, Giovanni e Paolo Morini non hanno nascosto la loro soddisfazione.
«Siamo contentissimi del risultato ottenuto – hanno detto – che è frutto di anni e anni di sacrifici e che è arrivato anche grazie all’ottima preparazione e agli allenamenti con il Lugano, società alla quale va un ringraziamento particolare, visto che siamo arrivati in ottima forma alle partite iridate».
«Un pensiero e un ringraziamento, inoltre, a tutti gli allenatori che abbiamo avuto nel corso degli anni, che ci hanno seguito e formato con tanta professionalità e passione» aggiungono.
«Il ritorno a casa è stato molto piacevole – concludono i gemelli Morini – Abbiamo ricevuto un sacco di complimenti e ci ha particolarmente fatto piacere l’accoglienza che abbiamo avuto a scuola da parte di compagni e insegnanti, felici per noi per il risultato raggiunto».
Entrambi frequentano il Liceo Scientifico e tra l’altro nel 2014 sono attesi dalla maturità.
La vittoria conquistata nella recente trasferta scozzese è l’ennesima di una carriera agonistica che finora ha dato molte soddisfazioni ai due atleti comaschi.
In passato, in Slovacchia e ad Asiago, Giovanni Morini aveva già vinto due bronzi iridati, affiancato da Paolo in occasione della rassegna iridata nella località veneta.
I due hanno iniziato a giocare a hockey all’età di 4 anni a Como, dove sono rimasti fino al campionato 2010-2011, poi sono passati in Svizzera, nella squadra del Lugano.
Sia sul Lario che in Ticino hanno ottenuto piazzamenti di vertice nei campionati a cui hanno partecipato.
Oltre che nell’hockey su ghiaccio, Paolo e Giovanni si sono distinti nell’hockey in line, la specialità indoor giocata in palestra. In questa particolare disciplina, infatti, i Morini hanno conquistato sei successi tricolori consecutivi, dal 2005 al 2010, con la formazione del Real Torino.

Massimo Moscardi

Nella foto:
A lato, la festa della Nazionale italiana Under 20 di hockey su ghiaccio dopo la vittoria in Scozia. Sopra, da sinistra, Giovanni e Paolo Morini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.