Gestione del forno crematorio, l’assessore Pettignano: «C’è un’offerta»

Un'immagine del forno crematorio di Como

Bando per la gestione del forno crematorio del cimitero Monumentale di Como. In Comune è arrivata un’offerta. Un’unica candidata per l’appalto che prevede, oltre alla gestione, anche la pulizia e la manutenzione della struttura. La conferma viene dall’assessore al Patrimonio di Palazzo Cernezzi, Francesco Pettignano. «Si tratta di un’associazione temporanea di imprese. A breve si formerà la commissione incaricata di valutare l’offerta e verificare se tutto sia a norma con quanto richiesto dal bando» ha spiegato oggi. L’appalto per la gestione dell’unico forno crematorio della città era atteso da tempo, perché potrebbe finalmente portare alla riapertura dell’impianto, chiuso dal 4 giugno del 2016. La durata dell’appalto è di due anni e sette mesi, dal primo giugno 2019 fino al 31 dicembre del 2021 mentre il valore del servizio ammonta ad oltre 913mila euro. Dopo intoppi burocratici e errori di comunicazione, che purtroppo da anni hanno accompagnato le sorti del forno crematorio, torna finalmente a riaccendersi la speranza per i molti comaschi che, con l’impianto in funzione, potranno adempiere alle volontà dei propri defunti di essere cremati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.