Ghosn in Libano: in Giappone ingiustizie

L'ex presidente Nissan lascia gli arresti domiciliari

(ANSA) – TOKYO, 31 GEN – L’ex presidente di Nissan, Carlos Ghosn, conferma di aver lasciato il Giappone e di essere in Libano. Attraverso i suoi legali, ha dichiarato oggi che non stava fuggendo dalla giustizia ma sta piuttosto cercando di evitare "ingiustizia e persecuzione politica". L’ex presidente Nissan, che si trovava ai domiciliari a Tokyo in attesa di processo per frode industriale e fiscale, non ha fornito dettagli su come è uscito dal Giappone ma ha promesso di parlare presto ai giornalisti. "Ora sono in Libano e non sarò più tenuto in ostaggio da un sistema giudiziario giapponese truccato in cui si presume la colpa, la discriminazione dilaga e vengono negati i diritti umani di base, in flagrante disprezzo degli obblighi legali del Giappone ai sensi del diritto internazionale e dei trattati che è vincolato a sostenere", si legge in una dichiarazione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.