Già imbrattate le fontane di piazza Grimoldi

© Simone Milanta © Simone Milanta

A un mese e dieci giorni dalla sua inaugurazione i vandali hanno già sfregiato le fontane della nuova piazza Grimoldi. Una serie di scritte e firme tracciate con della vernice o altra sostanza nera sono comparse questa mattina.

Un blitz in piena regola, che ha interessato le panchine che circondano le vasche. Il prezioso granito è stato rovinato per alcuni metri. Un gesto inspiegabile che però potrebbe non essere sfuggito ai tanti occhi che sorvegliano la zona di piazza Duomo e dei Portici Plinio.

Così, se l’assessore all’Urbanistica, Lorenzo Spallino, uno dei “padri” della nuova piazza, spiega che i vandali non l’avranno vinta sul centro “sistemeremo la piazza tutte le volte che sarà necessario”.

Il collega di giunta, Marcello Iantorno, con delega alla Sicurezza non esclude che i responsabili possano essere presto individuati. “Stiamo lavorando per assicurare i responsabili alla giustizia – spiega Iantorno – si tratta di un illecito grave e stupido. Danneggiare un bene della città, apprezzato da tutti non può essere classificato come una ragazzata. L’imbrattamento è un reato e si procede d’ufficio trattandosi di cosa pubblica. I responsabili sappiano che proprio a fine preventivo tutta la zona viene sorvegliata”.

Le indagini in corso si baseranno sia sui filmati sia sulla grafia delle scritte, che potrebbero essere simili ad altre vergate in zone della città. “Ci stiamo muovendo ad ampio raggio” assicura l’assessore alla Sicurezza.

Nonostante il vandalismo, ieri, numerosi comaschi e turisti hanno fatto tappa in piazza Grimoldi e si sono seduti ai bordi della fontana in cerca di un po’ di frescura.

Articoli correlati