Gianna Binda, racconto di vita che esalta la dignità dell’uomo

È un romanzo-messaggio l’ultimo libro della scrittrice comasca Gianna Binda, che vuole trasmettere ai propri lettori un concetto chiaro e universale: non ci dovrebbero essere differenze tra gli uomini, in quanto tutti apparteniamo allo stesso universo.
La luce della libertà (Edizioni Rei, pp. 136, 15 euro) è una narrazione autobiografica, tesa ad esaltare lo splendore della dignità umana. Sia il titolo del libro che la grafica sono già sinonimo di quanto poi si leggerà scorrendo le
pagine che, una dopo l’altra, scoprono due mondi così diversi ma nello stesso tempo simili al punto da incontrarsi. La copertina incentra la propria attenzione sulla luce, simbolo di quella libertà, della quale nessun essere umano dovrebbe mai trovarsi privato.
La scrittrice parte dalle proprie origini e, dopo essersi soffermata su quegli innocenti giochi di bambina degli anni Sessanta, riflette sull’evoluzione dell’individuo, attraverso gli occhi di una ragazzina mai paga di ciò che appare, ma sempre volta alla ricerca di verità, che vadano al di là di ciò che si vede. È questo, infatti, un tema caro a Gianna Binda, che ribadisce come nel suo libro voglia «far capire che è importante quello che si è, in quanto sbagliata è la corsa ai beni effimeri». E a dimostrazione dell’importanza degli alti valori della vita, il percorso compiuto dalla protagonista nella prima parte dell’opera si ricongiungerà con quello condotto ad altre latitudini da un ragazzo nord africano. Entrambe le figure non subiscono, ma lottano contro le ingiustizie.
Il loro sarà all’inizio un incontro spirituale, basato sul dialogo, elemento imprescindibile per migliorare la visione dell’altro. Poi si trasformerà in una vera e propria intesa, in quanto i protagonisti si ritrovano proiettati verso un mondo libero, in cui i veri valori della vita prendono il sopravvento sugli spregiudicati interessi personali e sui soprusi quotidiani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.