Gianni Savio: «Tappe e maglia a punti. Gli obiettivi di Ballerini»
Sport

Gianni Savio: «Tappe e maglia a punti. Gli obiettivi di Ballerini»

Davide Ballerini con la maglia di migliore scalatore alla Tirreno Adriatico 2017 LaPress/Rcs © Davide Ballerini con la maglia di migliore scalatore alla Tirreno Adriatico 2017 LaPress/Rcs

«Davide Ballerini? Conto su di lui. Dovrà entrare nelle fughe giuste e andare a caccia di un successo parziale. Per le sue caratteristiche potrebbe anche puntare alla maglia a punti». Gianni Savio, manager del Team Androni-Sidermec, spiega così il ruolo di Davide Ballerini al Giro d’Italia numero 101, che è scattato oggi con una cronometro individuale da Gerusalemme, in Israele. Dopo qualche anno, dunque, un corridore comasco torna protagonista alla “Corsa rosa”. Ieri Ballerini si è piazzato al 114° posto, a 1’13” dal vincitore Tom Dumoulin.
Nato nel 1994 a Cantù, Davide Ballerini è Professionista dalla stagione 2017: per il corridore brianzolo è giunta subito una bella soddisfazione, con la conquista del trofeo di migliore scalatore alla Tirreno-Adriatico dello scorso anno. Ballerini fu l’unico italiano a chiudere con una maglia speciale nella corsa vinta dal colombiano Nairo Quintana. E anche al Giro 2018 il brianzolo ha l’obiettivo di puntare a mettersi in luce nelle tappe a lui congeniali, inserendosi in qualche fuga con l’obiettivo di conquistare un successo parziale o la maglia a punti.

Il ciclista Davide Ballerini Il ciclista canturino Davide Ballerini

«La nostra squadra non ha un vero e proprio leader – spiega ancora Savio – ma conta su un gruppo di corridori affiatati: tutti devono essere pronti a sfruttare le occasioni, quando si presenteranno. Ballerini ha caratteristiche ben precise: più che alla classifica generale deve guardare alle opportunità che ci saranno di giornata in giornata. Dovrà andare in fuga, puntare alle maglie speciali, come quella a punti o alla classifica dei traguardi intermedi».
Come avvenne alla Tirreno-Adriatico dello scorso anno, quando, con ottimi scelta di tempo e intuito sulle fughe giuste, vinse la maglia di migliore scalatore. «Esattamente – spiega ancora Savio – Noi siamo una piccola formazione, come nel calcio l’Atalanta, che va a sfidare Juve, Inter, Milan, Roma e Napoli. Ballerini può essere il nostro “Papu” Gomez, il fantasista che al momento giusto può piazzare la zampata vincente. Per la classifica il nostro uomo è Mattia Cattaneo; il finisseur è Francesco Gavazzi; Marco Frapporti darà un fondamentale apporto d’esperienza».
Massimo Moscardi

5 maggio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto