Gianni Savio: «Tappe e maglia a punti. Gli obiettivi di Ballerini»
Sport

Gianni Savio: «Tappe e maglia a punti. Gli obiettivi di Ballerini»

Davide Ballerini con la maglia di migliore scalatore alla Tirreno Adriatico 2017 LaPress/Rcs © Davide Ballerini con la maglia di migliore scalatore alla Tirreno Adriatico 2017 LaPress/Rcs

«Davide Ballerini? Conto su di lui. Dovrà entrare nelle fughe giuste e andare a caccia di un successo parziale. Per le sue caratteristiche potrebbe anche puntare alla maglia a punti». Gianni Savio, manager del Team Androni-Sidermec, spiega così il ruolo di Davide Ballerini al Giro d’Italia numero 101, che è scattato oggi con una cronometro individuale da Gerusalemme, in Israele. Dopo qualche anno, dunque, un corridore comasco torna protagonista alla “Corsa rosa”. Ieri Ballerini si è piazzato al 114° posto, a 1’13” dal vincitore Tom Dumoulin.
Nato nel 1994 a Cantù, Davide Ballerini è Professionista dalla stagione 2017: per il corridore brianzolo è giunta subito una bella soddisfazione, con la conquista del trofeo di migliore scalatore alla Tirreno-Adriatico dello scorso anno. Ballerini fu l’unico italiano a chiudere con una maglia speciale nella corsa vinta dal colombiano Nairo Quintana. E anche al Giro 2018 il brianzolo ha l’obiettivo di puntare a mettersi in luce nelle tappe a lui congeniali, inserendosi in qualche fuga con l’obiettivo di conquistare un successo parziale o la maglia a punti.

Il ciclista Davide Ballerini Il ciclista canturino Davide Ballerini

«La nostra squadra non ha un vero e proprio leader – spiega ancora Savio – ma conta su un gruppo di corridori affiatati: tutti devono essere pronti a sfruttare le occasioni, quando si presenteranno. Ballerini ha caratteristiche ben precise: più che alla classifica generale deve guardare alle opportunità che ci saranno di giornata in giornata. Dovrà andare in fuga, puntare alle maglie speciali, come quella a punti o alla classifica dei traguardi intermedi».
Come avvenne alla Tirreno-Adriatico dello scorso anno, quando, con ottimi scelta di tempo e intuito sulle fughe giuste, vinse la maglia di migliore scalatore. «Esattamente – spiega ancora Savio – Noi siamo una piccola formazione, come nel calcio l’Atalanta, che va a sfidare Juve, Inter, Milan, Roma e Napoli. Ballerini può essere il nostro “Papu” Gomez, il fantasista che al momento giusto può piazzare la zampata vincente. Per la classifica il nostro uomo è Mattia Cattaneo; il finisseur è Francesco Gavazzi; Marco Frapporti darà un fondamentale apporto d’esperienza».
Massimo Moscardi

5 maggio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto