Ginnastica: Coppa del mondo, a Baku 2 azzurre per la vittoria

Ferrari e Mori in Azerbaijan vanno a caccia del pass olimpico

(ANSA) – ROMA, 13 MAR – Lo sport si ferma, la ginnastica no. A Baku, in Azerbaijan, sono in corso le qualifiche di specialità alla World Cup di artistica, terza tappa del circuito 2020, dopo quelle di Cottbus e Melbourne. L’ultima, quella di Doha, fissata per il 21 e 22 marzo, è stata spostata a inizio giugno. In palio un pass per attrezzo ai Giochi di Tokyo e molto verrà deciso a Baku. Assente la statunitense Jade Carey, già ammessa dominando al volteggio, si apre un’autostrada al corpo libero per le azzurre Ferrari e Mori che, nella graduatoria speciale del biennio, contano rispettivamente 75 e 70 punti speciali. Lara e Vanessa oggi hanno ottenuto senza problemi l’accesso alla final eight di domenica mattina. Il caporal maggiore dell’esercito guida la classifica provvisoria con il personale di 13.266 (D.5.3 – E. 7.966). La Mori è anche prima riserva alla trave con 12.741. Con un esercizio semplificato per correre rischi, senza il celebre Tsukahara avviato nella prima diagonale acrobatica (il salto Silivas che in Italia eseguono solo lei ed Erika Fasana, la compagna di squadra a Londra e Rio de Janeiro, e che Vany è tornata a presentare in gara in Australia, a fine febbraio, due anni e mezzo dopo l’infortunio ai Mondiali di Montreal), la Ferrari è seconda a quota (D. 5.6 – E. 8.200). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.