Giona Ortenzi, chiamata ai Mondiali Junior

1gionaPattinaggio su ghiaccio. Nuova soddisfazione per lo sport lariano

Tricolori giovanili a Milano: miglior risultato, il quarto posto di Filippo Clerici

L’obiettivo della stagione era la convocazione ai Mondiali Junior in Bulgaria (Sofia 10-15 marzo) ed è stato raggiunto: a 15 e 17 anni, rispettivamente per Sara Ghislandi e per il comasco Giona Ortenzi, l’esordio in una competizione iridata è diventato ufficiale con la chiamata per la gara di danza.
La coppia è stata scelta dalla Federghiaccio dopo che i due si sono aggiudicati la seconda prova nazionale di danza disputata al Forum di Assago il 22 e il 23 febbraio. Una bella soddisfazione

anche per la società cittadina Asga, quella in cui Giona è cresciuto agonisticamente.
Intanto all’Agorà di Milano sono andati in scena i Campionati italiani di pattinaggio di figura su ghiaccio riservati alle categorie Novice e Juvenile. Buone prestazioni nel complesso, ma nessun riconoscimento tangibile per i pattinatori del Gruppo Giovanile Ritmico di Como.
Tra i maschi della categoria Advanced Novice Filippo Clerici ha conquistato un buon quarto posto che però, alla luce degli eventi, ha lasciato un po’ di amaro in bocca.
Il quarto posto provvisorio dopo il programma corto, infatti, lasciava intatte le chance di “Pippo” per conquistare il bronzo.
Ma pochi secondi di smarrimento nel corso del programma lungo, in cui annoverava una caduta ed un salto imperfetto nella combinazione, hanno azzerato tutte le pretese di salire sul terzo gradino del podio nella gara che è stata conquistata dall’altoatesino Daniel Grassl.
Qualche rammarico ce l’ha anche Giorgia Gervasoni, che nell’affollata categoria Juvenile (ventiquattro concorrenti con vittoria per Marta Castagno da Pinerolo) è giunta in quinta posizione.
Un risultato che avrebbe potuto essere ancor più positivo se la giovane pattinatrice comasca non fosse incappata in un’infelice prestazione nel corso dello “short program” in cui gli errori accumulati l’avevano relegata in dodicesima posizione della classifica provvisoria.
La riabilitazione è arrivata nella seconda giornata di competizioni con la disputa di un programma libero finalmente all’altezza delle sue più recenti performance: tuttavia, per il notevole divario creatosi con le posizioni di vertice, la rincorsa non è andata, come detto, oltre il quinto posto finale.
In decima e undicesima posizione in classifica si trova il nome di altre due comasche, Giorgia Ricetti e Altea Sassi.
I postumi di un incidente hanno condizionato ancora alcuni movimenti della Ricetti che se da un lato è riuscita ad eseguire egregiamente gli elementi di salto (un doppio axel in ogni programma di gara), dall’altro è stata limitata in alcuni movimenti di torsione, come ad esempio le trottole per le quali ha di conseguenza ricevuto valutazioni minime.
Qualche segno meno di troppo nei tabellini dei giudici per quanto riguarda Altea Sassi: salti sottoruotati o non completati hanno impedito alla comasca l’accesso alle zone alte della classifica.
Qualche caduta di troppo infine per la lariana Sara Corti che si è vista relegare al 24° posto.
Il prossimo appuntamento per queste categorie, oltre che per Junior e Senior è fissato tra quindici giorni a Como, al Palazzo del ghiaccio di Casate, in occasione della seconda prova nazionale Open di pattinaggio artistico.

Nella foto: Giona Ortenzi e Sara Ghislandi, i due azzurri che sono stati convocati ai Mondiali Junior in programma a Sofia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.