Cronaca

Giorgio Perlasca ricordato dal figlio Franco

IERI IN BIBLIOTECA
Trasferta comasca per Franco Perlasca, figlio di Giorgio, l’uomo che nella Seconda guerra mondiale a Budapest si finse console spagnolo e in questo modo firmò una lunga serie di “lettere diplomatiche” che salvarono la vita a migliaia di ebrei. Franco Perlasca, che risiede a Padova, era alla Biblioteca di Como per un incontro organizzato dall’Aged, Associazione giustizia e democrazia. Il tema era “Crimini contro

l’umanità e la convenzione per la prevenzione e la repressione del genocidio: la figura di Giorgio Perlasca”.

24 Gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto