Giorno Memoria: Macron, no antisemitismo

Presidente francese al 'Muro dei Nomi' con elenco dei deportati

(ANSA) – PARIGI, 27 GEN – Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha invitato oggi a "non concedere nulla" all’"insopportabile risorgere dell’antisemitismo", rendendo omaggio ai 76.000 ebrei deportati dalla Francia a 75 anni dalla liberazione del campo di concentramento di Auschwitz. "Daremo la caccia all’antisemitismo, al razzismo in tutte le sue forme – ha detto Macron davanti a 200 persone, fra cui 50 superstiti dei campi di sterminio, riunite al Memoriale della Shoah di Parigi – all’odio che esibito alla luce del giorno, o a quello che striscia nell’ombra e nell’anonimato". Il presidente ha ricordato che "868 luoghi di culto ebraici sono oggetto di sorveglianza rafforzata, le associazioni che esortano alla violenza sono state sciolte, squadre di inquirenti specializzati sono istituite su tutto il territorio". Prima di pronunciare il discorso, Emmanuel Macron ha inaugurato il "Muro dei Nomi" rinnovato, sul quale sono immortalati i nomi dei deportati dalla Francia, francesi o stranieri, fra il marzo 1942 e l’estate 1944.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.