Giovanissimi ma violenti: pestaggi tra Como, Breccia ed Erba

Giovani e violenti. Sono stati loro i protagonisti del fine settimana, con più episodi andati in scena a Como, in centro città, ma anche in periferia, nel quartiere di Breccia, e pure a Erba.
Aggressioni e pestaggi con protagonisti ragazzi da poco maggiorenni.
Il bilancio è di un arresto, due denunciati, ma anche di due feriti finiti al pronto soccorso del Sant’Anna.
Partiamo dalle 9 della mattina di domenica quando in via Venturino a Breccia arriva la segnalazione di un ragazzo avvicinato e picchiato da una coppia, formata da un 21enne e da un 24enne.
Aggressione pare avvenuta all’esterno di un bar. Sembra che il litigio fosse nato prima, per motivi non noti. All’uscita della vittima dal bar, tuttavia, questa sarebbe stata circondata da almeno cinque ragazzi, due dei quali protagonisti poi del pestaggio, con uno impegnato a trattenere l’avventore e l’altro a picchiarlo. Il ferito, che inutilmente ha cercato di fuggire a piedi, è poi stato soccorso dal 118 e trasportato al Sant’Anna in codice giallo. Gli agenti delle volanti della polizia di stato hanno poi visionato i filmati del bar, individuando i responsabili e presentandosi nelle loro abitazioni per identificarli e denunciarli.
Il secondo episodio di violenza sempre domenica in piazza Grimoldi a Como.
Un ragazzo di 17 anni, poco dopo le 16.30, sarebbe stato circondato da una banda di più ragazzi – tutti giovanissimi, forse slavi – e rapinato del portafoglio dopo essere stato picchiato e buttato a terra.
Anche in questo caso il ferito è stato medicato dal 118 e trasportato al Sant’Anna per un controllo. Non sarebbe grave, ma rimane l’inquietante episodio avvenuto in pieno giorno e a due passi dal cuore della città, il Duomo e i Portici Plinio. Sulla vicenda indaga la polizia locale.
Come detto, la domenica violenta non è finita qui, perché un terzo episodio è andato in scena a Erba, nella piazza antistante la stazione delle Ferrovie Nord. Vittima in questo caso è stato un 14enne di Erba, avvicinato da un 18enne di Monguzzo. Quest’ultimo avrebbe preteso dei soldi, poi consegnati dal ragazzino (circa 10 euro). L’aggressore avrebbe cercato di minacciare anche un amico del 14enne, che tuttavia sarebbe scappato chiamando i carabinieri di Erba. Quando i militari hanno ritrovato il 18enne, quest’ultimo aveva già utilizzato i 10 euro per comprarsi della marijuana.
Il ragazzo è stato arrestato con l’accusa di rapina. Le manette sono scattate quando aveva già raggiunto corso XXV Aprile, nel tentativo di allontanarsi dalla piazza dove aveva aggredito i due ragazzini.
M.Pv.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.