Giovanni Fidanza, manager del team di Alice Gasparini: «Voglio una squadra che sappia sfruttare ogni opportunità»

Alice Gasparini, ciclismo

«Il primo auspicio è che tutto vada per il meglio sul fronte dell’emergenza per il Coronavirus, poi potremo pensare con più serenità alle gare». Giovanni Fidanza – ex corridore Professionista specialista delle volate – è il responsabile dell’Eurotarget-Bianchi- Vittoria, la formazione ciclistica femminile Elite in cui milita anche la comasca 22enne Alice Gasparini. Per tutto il ciclismo è in corso la fase che porta alla ripartenza delle gare e anche il settore femminile si sta preparando per tornare all’agonismo.
«In marzo eravamo pronti per partire con la nuova stagione, poi è successo quello che tutti sappiamo – spiega Fidanza – Alle nostre ragazze, durante il lockdown, abbiamo consigliato di allenarsi e mantenere la forma, ma senza esagerare con l’intensità, anche perché non si sapeva quando e se sarebbero ricominciate le corse».
«Poi, con il miglioramento della situazione – aggiunge Fidanza – il quadro si è chiarito e ora sappiamo che il via, con la speranza che non vi siano problemi, sarà ai primi di agosto con le “Strade Bianche” in Toscana; poi a metà settembre l’evento più importante della stagione, il “Giro Rosa Iccrea”».
Ora la preparazione di tutta la squadra è stata perfezionata. «Passo per passo tutte le nostre atlete stanno lavorando per farsi trovare pronte all’inizio di questa stagione 2020 che sarà giocoforza compatta – aggiunge il dirigente della squadra – In luglio penso di organizzare un raduno per fare il punto della situazione e valutare la condizione di tutte».
Giovanni Fidanza si sofferma poi sulla comasca Alice Gasparini, nella foto, passista forte a cronometro e con un buono spunto anche nelle salite. «Deve rimanere tranquilla e pensare a crescere progressivamente. Il periodo migliore per una ciclista è quello tra i 25 e i 30 anni. Alice ha il vantaggio di non farsi prendere dall’emotività e ha capito che questa è una fase in cui deve ancora imparare e mettere un mattone alla volta. Ovvio che se in gara si presenterà qualche opportunità dovrà tentare di sfruttarla».
Quest’ultimo è, in generale, l’obiettivo della squadra, che parteciperà a tutte le prove del calendario tricolore Elite e alle gare Open. «Sappiamo quelli che sono i nostri limiti e allo stesso tempo le potenzialità – conclude Fidanza – L’obiettivo è cercare di centrare qualche buon risultato, mettersi in luce e sfruttare le occasioni che saremo capaci di creare nelle varie competizioni in cui saremo al via».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.