Giro a Como, i commenti. Il sindaco: «Una bella vittoria» Rossotti: «Ora spazio ai privati»

Foto Gian Mattia D'Alberto - LaPresse La premiazione di Dario Cataldo a Como con il sindaco Mario Landriscina e il presidente della Federazione Renato Di Rocco

È raggiante il sindaco di Como, Mario Landriscina dopo il successo di ieri. Ha espresso tutta la sua soddisfazione per la perfetta riuscita della giornata in diretta, al telegiornale di Etv.
«Vorrei ringraziate tutte le persone che per mesi, in silenzio, hanno lavorato per questo – ha commentato il sindaco – Como ha onorato uno spettacolo visto da milioni di appassionati».
«Abbiamo dimostrato capacità di accoglienza – ha detto ancora Landriscina – Oggi la possiamo definire una vittoria dello sport, ma anche della mobilità sostenibile, vista l’attenzione di chi è arrivato a Como per vedere la corsa verso il nostro piano sui parcheggi».
Riguardo un possibile bis, nel 2020, il sindaco non si è però ancora sbilanciato. «Vedremo, ci sono anche altri progetti da valutare».
Il ritorno del Giro d’Italia a Como è stato fortemente voluto dall’ex assessore al Marketing territoriale, Simona Rossotti, che ha lasciato Palazzo Cernezzi in marzo e da oggi dovrebbe essere sindaco di Perlo (Cuneo). «Ho ricevuto molti messaggi oggi. Mi hanno commosso e sono contenta che sia andato tutto bene – commenta – Ma io ho fatto solo il mio dovere. Da assessore provinciale nel 2005 avevo vissuto il Giro dall’interno e ho capito subito che per Como poteva essere vincente. Ora però il privato deve sfruttarne l’eco. Organizzare dei pacchetti di cicloturismo con Como, il Ghisallo e Sormano». Riguardo il suo addio, ribadisce: «Non c’erano più le condizioni. Anche per la delibera del Giro ho dovuto subire troppi cambi di posizione».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.