Giro di Lombardia, come cambia la viabilità a Como. Informazioni e orari

Giro di Lombardia. Vincenzo Nibali vince nel 2017

«Lasciate la machina a casa». L’appello lanciato dall’assessore alla Mobilità del Comune di Como Vincenzo Bella è anche un invito a «godersi l’evento senza perdere tempo in coda o bloccati». Sabato 12 ottobre infatti in città arriverà il Giro di Lombardia, classicissima di fine stagione del ciclismo che richiamerà migliaia di appassionati. E in Comune si stanno studiando i dettagli per limitare i disagi alla circolazione e per consentire a tutti di trascorrere una giornata di festa. Oggi sono stati illustrati i provvedimenti adottati. Ovviamente il passaggio della gara porterà alla chiusura di ampie zone della città che, di fatto, verrà tagliata in due da sud verso nord. «Per andare da una capo all’altro della città sarà necessario utilizzare l’autostrada, aggirando la convalle», ha spiegato l’assessore. Entrando nei dettagli va detto che la corsa entrerà a Como da via Torno, secondo le previsioni tra le 16 e le 16,40. Le strade interessate dal passaggio saranno chiuse due ore prima. «Quindi consigliamo di non usare l’auto in città tra le 14,30 e le 18,30», fanno sapere dal Comune. La Polizia locale metterà sulla strada 54 agenti «più della metà dell’organico – è intervenuto Luciano Campagnoli, vice-comandante della Polizia locale – Dalle 10 di sabato mattina, vi sarà la rimozione forzata dei veicoli sulla sede stradale su tutte le aree previste dal percorso. Durante tutta la giornata di sabato, il centro operativo Comunale con 118, Polizia Stradale, Vigili del Fuoco e Polizia Municipale coordinerà i possibili interventi necessari». In aggiunta il sabato, dalle 12 fino alla chiusura della manifestazione, verranno messi a disposizione i parcheggi davanti al Comune (sul lato di via Nazario Sauro) ad uso esclusivo degli utenti con disabilità.
Ovviamente l’accesso e l’uscita dei parcheggi centrali saranno difficoltosi e la disponibilità di stalli a raso sarà ridotta a causa della chiusura delle strade. «Verranno eliminati almeno 500 parcheggi – spiega Campagnoli – Necessario dunque lasciare l’auto nelle zone di sosta fuori dalla convalle».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.